Bouquet: intervista a Leilani Flower Art

Sono stati i miei primi partner in questo splendido mondo del Wedding e degli eventi. Con loro ho iniziato a muovere i primi passi, organizzando insieme laboratori a tema natalizio, primaverile e partecipando a prestigiose manifestazioni floro-vivaistiche nel nostro territorio. Oggi ad Elisa e Maurizio Panta, proprietari dello store Leilani Flower Art e specialisti in allestimenti floreali per matrimoni, voglio sottoporre alcune domande sul tema ‘Wedding Bouquet’.IMG_0532

Domanda: Ci sono delle regole da seguire per la realizzazione di un bouquet?

Risposta di Elisa: Certamente! Ci sono 5 canoni fondamentali di cui tener conto e  che sono, il Colore dei fiori, la Grandezza di essi, La Stagionalità e la disponibilità sul mercato, la Forma del bouquet e per finire i Nastri, colore e tipologia di questi ultimi.eae31396-f349-4b30-9467-97569e9822f8

D: La stagionalità … tema molto importante

R/Maurizio: Si, e a volte difficile da far comprendere alle Spose! Ci sono fiori bellissimi e molto adatti per bellezza e significato nel linguaggio dei fiori. Metti la Peonia, che parla di amore, affetto e prosperità quindi perfetta per il matrimonio. Fiore pregiato e costoso di suo, che sboccia nei mesi di maggio e di giugno: chiaramente il suo costo lieviterà nei restanti mesi dell’anno, è una legge di mercato che molte stentano a comprendere.8f273faf-424a-438b-aa49-cd7d212f391f

D: Fiori Evergreen?

R/Elisa. La calla è un fiore che dona eleganza senza tempo alla cerimonia. Le rose sono senza dubbio le preferite dalle Spose: ne esistono infinite varietà declinate in mille varianti di colori, il che ci permette di utilizzarle in ogni periodo dell’anno e in qualsiasi tema o stile di matrimonio. In fatto di Bouquet, suggerisco di sdrammatizzare il classico ‘solo rose’ con l’aggiunta di foglioline di eucalipto e piccole roselline bianche, così da renderlo più trendy.fullsizeoutput_7114

D: Lupus in fabula … Tendenza 2020

R/Maurizio: Il 2020 sarà un anno rivoluzionario per il look delle cerimonie importanti. Ritorno alla natura, colori tenui, tessuti grezzi e verde, molti elementi verdi in tutte le sue forme e tonalità a farla da padrone.94059e40-6157-46d8-8616-01d8638b3195

D: In e Out nel 2020?

R/Elisa: diciamo addio allo scintillio di glitter e cristalli che lasceranno il posto a rafia, edere, spighe di grano e prodotti il più naturali possibile.dc44f23a-a7c5-48f7-9018-3e6938b29216

Grazie miei cari Elisa e Maurizio, come sempre esaustivi e professionali. Le spose saranno sicuramente felici delle vostre dritte da seguire e, se non vorranno impegnarsi troppo, possono sempre contattarmi, sarò veramente felice di accompagnarle da voi!

 

7 consigli per chi si sposa in Estate

E’ ormai la stagione preferita per sposarsi, ha surclassato il mitico ‘Maggio mese delle spose’ di antica memoria ma, l’estate, amiche care, seppur grande alleata dei matrimoni outdoor in villa di gran moda, può rivelare qualche insidia.

fullsizeoutput_6fcb

Per questo una manciata di buoni consigli, non può che esservi d’aiuto.

1 – Scegliete una favolosa location con un bel giardino, meglio se con uno specchio d’acqua molto scenografico per aperitivi ad alto valore fotografico, il top se a favore di tramonto MA … che abbia all’occorrenza un piano B (leggi programma di emergenza in caso di pioggia/vento forte) solido e all’altezza dei vostri sogni ossia altrettanti posti al coperto in un ambiente gradevole e confortevole.

 

2 – Prendete in prestito dalla tradizione anglosassone l’invio di un ‘SAVE THE DATE’ non appena decisa la data delle nozze ai vostri invitati. L’estate è stagione di vacanze e spostamenti anche frequenti. Assicuratevi la loro partecipazione con largo anticipo con un piccolo messaggio, meglio se graficamente coordinato all’evento, inviato per email o ancor più velocemente tramite whatapp!fullsizeoutput_6fbf

3 – Fiori in estate: è vero che la stagione si presta molto a lussureggianti allestimenti floreali ma, se vi sposate a fine luglio/agosto, abbiate cura di confrontarvi con una fiorista esperta e professionale sulla stagionalità di essi.  Non tutti i fiori che avete in mente sono sempre reperibili e/o possono tenere le temperature torride di una intera giornata al sole. Lasciatevi quindi consigliare e non incaponitevi con un fiore introvabile in questa stagione: la fiorista saprà sicuramente accontentarvi trovando una alternativa altrettanto bella e di sicura tenuta.

4 – Un consiglio assai importante per quel che riguarda gli abiti degli sposi, in particolare della sposa: prediligete tessuti naturali e leggeri, linee morbide, accostate ma non troppo attillate e, se nel vostro matrimonio è prevista una cerimonia religiosa, non dimenticate una seppur eterea copertura per scollo e spalle, l’eleganza ne gioverà. Per gli uomini ahimè c’è poco da fare: il classico abito non è certo a prova di caldo ma, se si volesse osare un pò, da oltre oceano arrivano ventate di novità con sposi in abiti alternativi e senza giacca, meno eleganti si, ma altrettanto belli.

5 – Parliamo di bellezza: … idratate per bene la vostra pelle, sarà esposta al sole per un numero elevato di ore e deve rimanere fresca come porcellana per foto da copertina fino a notte fonda. Ergo utilizzate sul viso polveri anziché creme, matite e tinte al posto del vostro rossetto preferito, il tutto a prova di lunga tenuta. In ambito acconciature prediligete un raccolto, meglio se morbido come tendenza vuole nel 2020: ne gioveranno sia lo stile che il vostro benessere.

6 – Prima della cerimonia, se in giornata veramente caldissima, abbiate cure di offrire un piccolo refresh di acque, meglio se aromatizzate agli ospiti accaldati in arrivo da riproporre a fine rito in aggiunta a rinfrescanti bevande analcoliche.

7 –   Il cibo del vostro ricevimento: prediligete un menù con pietanze leggere e digeribili, scendete a compromessi con la tradizione eliminando sia in calorie che in portate che, si sa, in alcune regioni italiane stentano ancora a diminuire. Evitate di costringere gli ospiti a lunghe e snervanti permanenze a tavola.  Assicuratevi poi che le bevande vengano poste in zona a favore d’ombra sui buffet e a tavola, acque e vini bianchi serviti ben freddi e i rossi a giusta temperatura: la temperatura ambiente si sa, non va d’accordo coi rossi in estate, a meno che non vogliate servire vin brulé!

Mi pare tutto, si dai … Spose d’estate, avete tempo per organizzarvi e se avete ancora bisogno d’aiuto non esitate a contattarmi, mi raccomando: email sandracolamedici@gmail.com o al tel. 3394721430.

 

 

 

 

 

Tendenze acconciature Sposa 2020

Voglio iniziare in bellezza questo 2020 occupandomi delle Tendenze Acconciature Sposa

0-5

E quale miglior voce ascoltare a proposito, se non una tra le più autorevoli MUA & Hairs Stylist di Roma quale è Giorgia Bertoldi, affermata professionista da tempo al fianco delle Wedding Planner Top della Capitale?

Raggiunta in questa fredda mattinata di gennaio all’Accademia Altieri, dove sta tenendo un corso di make up, Giorgia non si è sottratta alle mie domande alle quali anzi ha prontamente risposto.

0-4

D:   Buongiorno, innanzi tutto, per sgombrare il campo, con quanto tempo di anticipo una Sposa si deve prenotare per avere un tuo servizio?

Giorgia: diciamo che sembra un’esagerazione ma, attualmente, la mia agenda è completamente full per il 2020 se non per qualche giorno infrasettimanale … quindi consiglio alle spose che vorranno avvalersi del mio servizio di prenotarsi almeno con un anno di anticipo!

D: complimenti: tantissimo lavoro, che dire: la professionalità paga! Tornando a noi Spose: la ‘testa’ segue l’abito scelto per il grande giorno?

0

Giorgia: assolutamente si, l’armonia totale prima di tutto. Lo stile dell’acconciatura deve sempre essere in linea con quello dell’abito, del bouquet e di tutto ciò che la Sposa indosserà quel giorno e del matrimonio stesso. E’ soprattutto la scollatura dell’abito però che ci guiderà nella scelta: un abito scollato sulla schiena ci permetterà di lasciare sciolti i capelli sulle spalle o morbidamente legati in un treccia mentre l’abito tatoo o con scollo all’americana ci obbliga ad una acconciatura di capelli raccolti.

D: Tendenza 2020 liscio o mosso?

Giorgia: Mosso, la parola d’ordine è comunque morbidezza. E l’effetto ‘onda’ è sempre molto richiesto dalle mie Spose, anche nei capelli raccolti.

D: Tendenza 2020 sciolto o raccolto?

Giorgia: La tendenza 2020 è assolutamente a favore del raccolto morbido, sia basso che alto, ancora di gran moda. Stanno sparendo le trecce ma iniziano a vedersi capelli lisci raccolti in modo sublime con torchon aperti.

0

D: Cosa invece vedremo di nuovo in anno?

Giorgia: La nuove tendenze 2020 fanno richiamo ai nuovi stili che la Russia sta dettando: acconciature raccolte principalmente, sia basse, a mio giudizio le più eleganti che alte, comunque considerate un evergeen.

 

Quindi, Spose 2020 … con un occhio alla Madre Russia e con la testa piena si onde mosse apprestatevi a vivere questa stagione ed il vostro giorno più bello.

Grazie ancora a Giorgia Bertoldi per il prezioso contributo e voi tutti, seguitemi anche sul mio sito sandracolamedici.it e se avete bisogno contattatemi al 339.4721430: accorrerò prontamente!

 

Real Wedding: Pi & Stefania all’Abbazia di San Giusto

Riprendiamo l’attività del blog dopo le fatiche della ‘stagione’ che per noi organizzatori di matrimoni va generalmente da maggio a settembre ma che, in questi tempi di cambiamenti e surriscaldamenti climatici si protrae fino ad ottobre, ormai definito il nuovo maggio!

E’ infatti il 13 di ottobre che abbiamo chiuso la stagione 2019 con l’elegante matrimonio di cui non vedo l’ora di raccontare.42dd127e-2965-41da-8d42-1bb703c0d46b

Quando la coppia in questione mi ha contattata per organizzare il loro matrimonio in autunno, la Sposa ricordava perfettamente il mio post su Facebook dello scorso anno che mostrava le foto di una site-inspection in un luogo magico, l’Abbazia di San Giusto in quel di Tuscania che, oltre a favolosi spazi all’aperto, dispone di un piano B (per dirla da addetti ai lavori) comodo e suggestivo, un Chiostro favoloso e dove si ha la possibilità di poter celebrare sia la cerimonia civile autentica che un bellissimo ricevimento al coperto.

Quindi la scelta della location è stata velocissima, grazie anche alla squisita ospitalità dei padroni di casa Ippolita e Simone, così come la selezione dei fornitori che hanno poi formato il team di eccezionale valore che ci ha permesso di organizzare al meglio questo matrimonio

Per quel che riguarda il cosiddetto ‘fil rouge’ dell’evento ho avuto una grossa soddisfazione dallo Sposo che, nella scelta da operare tra le mie consuete tre proposte presentate in mood board, ha dato un voto in più al mio progetto preferito, ‘Celeste Atmosfera’ ritenendolo particolarmente sobrio ed elegante.

Immaginate la mia felicità poi nel coinvolgere in questa declinazione di delicati toni sia la sensibilità di una flower design della statura di Romina di Sartoria Floreale che il prestigioso  Catering Enoteca LaTorre che hanno insieme dato vita al mio progetto trasformando la sala del ricevimento in un luogo dove si respirava un’atmosfera da sogno.f150b640-b15d-4b9b-b8f5-f34ab4d40071

Ma andiamo per ordine … la raffinata stationery dell’evento ha iniziato a dar forma e colore al mio progetto, il bouquet della Sposa e le splendide composizioni di delicate dalie, ortensie autunnali, rose quicksand, eryngium (usati anche come segnaposto a tavola) eucalipto, bacche e altri fiori di stagione hanno adornato lo splendido portale della chiesa dell’Abbazia ed una navata piena di candele e fiori,  ha fatto da cornice alla breve ma sentita cerimonia civile celebrata da un caro amico della coppia e coadiuvata dalle letture della splendida figlia della sposa ed altre amiche.

La sposa, in un semplice ma regale abito di Atelier Emè è arrivata stretta in un abbraccio con la figlia, entrambe molto emozionate, mentre lo Sposo in un impeccabile abito blu di Eddy Monetti è giunto all’altare al braccio della mamma, raggiante.

Dopo la cerimonia nell’incantevole Chiostro dell’Abbazia è stato servito un ricco buffet  e nelle cellette sottoportico  show-cooking e altre postazioni ricche di ogni prelibatezza  hanno deliziato il palato degli ospiti. A dare un romantico tocco, fontane colme di fiori galleggianti, mentre un trio Jazz rallegrava l’atmosfera di una calda giornata di ottobre.

Il momento clou è stata l’entrata nella Sala del Refettorio per il ricevimento: un gioco aereo di altalene fiorite e candele scendevano dalle travi del soffitto e tavoli tondi con tovaglie grigio polvere e composizioni floreali alte e basse alternate sui tavoli, rendevano l’atmosfera magica mentre, dal lungo tavolo anch’esso adorno di fiori, gli sposi si godevano lo spettacolo degli ospiti in festa.

Il banchetto è stato impeccabile,  la qualità dei cibi e dei vini ottima, il personale di sala capitanato dal solerte maitre Giovanni molto attento, insomma … un pranzo da applausi ad unanime giudizio dei presenti.

E che matrimonio sarebbe senza la torta nuziale?  Gli sposi infatti si sono recati ancora nel Chiostro cistercense dove lo scenario era mutato e il buffet era arricchito di dolci di ogni tipo e, vicino alla fontana, lo Chef preparava sotto gli occhi di tutti una golosa millefoglie alla crema chantilly, dolce preferito della Sposa, mentre gli ospiti si divertivano a festeggiare gli sposi.

Mentre tutto questo andava ‘in scena’ la discreta Francesca Angrisano scattava solitaria ed assorta le suggestive foto che, in misura ancora ridotta, ci ha concesso e completano il nostro articolo.

La festa si è spostata poi nel Cellarium dove un ricco Open Bar e uno scatenato Djset hanno dato la carica per tirare avanti la festa ben oltre il previsto.

Gli Sposi, felicissimi, hanno salutato gli ospiti regalando, anziché le bomboniere tradizionali, dei profumati bouquet di fiori preparati just in time dall’ineffabile team di fioriste.

Che dire … una soddisfazione enorme!

Vedere il progetto che tanto avevo pensato, elaborato e condiviso con gli sposi prender forma e materializzarsi sotto i miei occhi è stato un piacere indescrivibile. Tempi di esecuzione rispettati al secondo, coordinamento e disponibilità del personale di tutti i fornitori in perfetta sincronia, nonché la bellezza della location tenuta in maniera perfetta dai proprietari e i sorrisi felici degli Sposi mi fanno pensare che sì,  questo è proprio il mio lavoro … ed è il più bello del mondo!dddb2f9a-ae0f-49ac-9bc5-9234f007169e

Credits:

  • LOCATION Abbazia di San Giusto – Tuscania
  • FLOWER DESIGN Sartoria Floreale
  • CATERING Enoteca LaTorre
  • FOTO Effeanfotografie Francecsca Angrisano
  • GRAFICA 3dvisualdesignstudio
  • STAMPA Digitalialab
  • HAIR & MAKE UP Rosanna Montico

 

 

 

 

Eventi importanti: una festa per i 50 anni

Quando si fa il proprio lavoro con passione ci sono possibilità di successo ma quando una Wedding Planner  realizza un evento per il proprio Compagno di Vita direi che l’emozione e il coinvolgimento rendono tutto il doppio più bello!

Per cui l’evento organizzato a fine giugno nel giardino di casa nostra, per i 50 anni di mio marito, è stato un gran successo a detta di tutti, una serata che rimarrà indelebile nei nostri ricordi.

Antonio voleva proprio una Festa, una serata da poter condividere con tutti gli ottanta ospiti che erano le persone a lui più care, che lo hanno accompagnato nell’arco della sua vita.

E così è stato: ne è venuta fuori una magica serata nella giornata più calda di questa estate 2019 dove si respirava una grande ‘joie de vivre’, una voglia di condividere di una bellissima miscellanea di persone anche sconosciute tra loro che, proprio in nome del festeggiato, hanno fatto festa fino all’alba.

Il dress code impartito è stato solo un gioco che tutti hanno rispettato, un bianco totale preso in prestito dalle White Dinner da me organizzate nella piazza di Civita Castellana negli anni scorsi e di cui tutti mi chiedevano ma per la quale quest’anno ho deciso di fare uno stop …

Con l’aggiunta di un piccolo ‘touch of gold’ abbiamo reso tutto un pò più prezioso, in alcuni casi giocoso, e direi che l’effetto finale è stato magnifico.

Anche la scelta tra i vari e ‘chiccosi’ allestimenti di International Catering è stata vincente: tante candide postazioni buffet piene di ogni squisitezza posizionate intorno alla piscina,  tavoli naked con sottopiatti trasparenti bordati d’oro, l’aggiunta il un bianco bicchiere a tavola e le basse composizioni realizzate  con foglie verdi e succulente spruzzate d’oro in aggiunta a candide dalie,  davano sì un tocco fiorito, ma sufficientemente maschile ed elegante.

Scintillanti scritte oro in laser cut hanno rifinito i buffet donando un tocco prezioso al tutto.

A contribuire all’atmosfera Vintage l’elegante Dj Set rigorosamente in vinile dell’amico di sempre Massimiliano Capo.

Mentre scrivo … il ricordo nelle belle foto di Francesca Angrisano … che nostalgia!6fd1a4c4-4f70-4549-aba3-d4a2c04035dcSarei pronta a ricominciare ad organizzare daccapo!

Ne volete approfittare? Contattatemi al 339.4721430 sono a vostra disposizione

 

Cronaca di uno Shooting Fotografico

Per shooting (letteralmente ‘sparatoria’ ma in uso anche come ‘ripresa’ in inglese), tra gli addetti ai lavori nel campo dei matrimoni, si intende un servizio fotografico volto a diffondere la nostra immagine professionale ad uso pubblicitario.

Questo tipo di servizio che girerà principalmente sul web, tra social, blog e riviste online, ha sostituito di fatto le ormai obsolete campagne pubblicitarie cartacee costituite da depliant, pieghevoli, flayer, volantini e/o manifesti da affiggere.

fullsizeoutput_5cce

Nel nostro settore Wedding è in uso realizzarne in momenti di ‘calma’ ossia in bassa stagione per i matrimoni (nov-aprile) per presentare le nuove tendenze in materia stilistica, possibilmente in collaborazione e facendo rete tra colleghi professionalmente tra i più bravi e stimati, io aggiungerei intelligenti e disponibili, che mettono a disposizione reciproca la loro professionalità ognuno nel proprio campo per il fine comune appunto, di ‘mostrare’ ciò che meglio sanno fare.

Alla base di tutto questo c’è la redazione di un mood board, cosa che mi piace tantissimo fare, ossia di un progetto grafico di ispirazione che ci guiderà nella realizzazione del servizio fotografico.

A cose fatte devo dire di aver selezionato un’ottima squadra e, grazie alle connessioni virtuose che ogni tanto giocano a nostro favore, di aver avuto anche un pizzico di fortuna.

Infatti mentre mi arrovellavo alla ricerca di una location che mi inspirasse per lo shooting di Primavera, eccoti la telefonata della poliedrica Paola, proprietaria di una delle location più affascinati della Tuscia, a un passo da Roma, che mi dice di aver visto sulla mia pagina Instagram (vedi l’importanza dei social!) un lavoro che ho realizzato con una bravissima fiorista (ah … le collaborazioni!) e che ci vuol conoscere!

Pronte: la mattina dopo ci siamo fiondate in location e grazie alla sua innata generosità, oltre a proporre collaborazioni future, la proprietaria si è resa disponibile a farci utilizzare la sua magica tenuta per il nostro shooting fotografico.

Sempre grazie alla ‘rete’ tra colleghi abbiamo scoperto un giovane fotografo da poco sbarcato a Roma dal Molise che fa scatti strepitosi, degli abiti da sposa sartoriali bellissimi, un’ottima MUA (stand for Make Up Artist ovvero… trucco e parrucco in gergo!) due splendide modelle professioniste da urlo (vedrete voi che meraviglia!) tovagliati e mise en place bellissime, un disponibile studio di grafica ed una marea di fiori che neanche nei nostri sogni più reconditi avremmo potuto pensare di avere a disposizione.IMG_3946

Beh … allora, questa è la premessa, diciamo che è tutto il lavoro di programmazione e di organizzazione che una event/wedding planner deve fare a monte e io ho dovuto espletare nel giro di un paio di settimane, urca!!!

Per il risultato … lasciamo lavorare ancora qualche giorno Francesco alle foto e … Stay tuned!

 

Viaggio in Sardegna: alla scoperta del Marghine

Chi mi conosce sa che amo molto questa Isola, terra di origine di mio marito. Sa del mio amore per Onifai, grazioso borgo in provincia di Nuoro dove abbiamo una casetta nel cuore del paese e dove, ogni estate e ogni volta che possiamo, scappiamo in cerca di pace e tranquillità.

Complici dei nuovi ‘visionari’ amici sardi, abbiamo appena trascorso una vacanza di Pasqua alla scoperta di sapori e luoghi veri e quasi incontaminati nell’entroterra sardo, con un approfondimento nel Marghine, porzione di territorio della Sardegna centro-occidentale, comprendente tra gli altri, i paesi di Macomer, Bolotana, Bortigali e Lei.

Cuore pulsante di questa zona è la foresta incantata di Badde Salighes dove si erge Villa Piercy, ottocentesca dimora dell’ingegnere inglese, gallese per la precisione, che progettò le linee ferroviarie sarde e che si innamorò di questa affascinante terra, tanto da viverci con la sua famiglia.

L’austera villa è sita all’interno di un bosco millenario formato da piante sia autoctone che esotiche: salici, tassi millenari, lecci, agrifogli, aceri e quant’altro si intrecciano per dar vita ad un ambiente di rara bellezza e pace; luogo che può essere lo scenario perfetto per un matrimonio Autentico Sardo, pensato per chi ha voglia di rompere i soliti schemi, celebrare il proprio matrimonio nei pressi del ‘Tunnel dell’Amore’ galleria vegetale dove leggenda vuole che chi passa sotto si amerà in eterno, e vivere nella natura una vera esperienza sarda, trascorrendo insieme ai propri ospiti indimenticabili giorni fuori dal tempo.

Io ne sono rimasta molto affascinata e l’entusiasmo dei volontari che si stanno occupando della tutela e della promozione del posto è stato veramente contagioso, tanto da farmi pensare con convinzione che, sì, qui si possono organizzare matrimoni unici!

Per cui … vi invito a visitare il sito ‘cuoredisardegna.baddesalighes.it’, le relative pagine sui social Instagram e Facebook e di farvi un’idea di tanta bellezza.

E poi chiamatemi, saprò darvi tutte le informazioni di cui avrete bisogno per aiutarvi ad organizzare e vivere un matrimonio immersi nella natura della Sardegna più autentica.

 

 

Wedding Trends: è finalmente Elopment Wedding!

Credo che a forza di sognare, le cose si realizzano … o quantomeno se ne comincia a parlare in maniera significativa!

Si perché il mio mantra, la mia mission o come caspita vogliamo chiamarlo, il mio motto ‘piccoli matrimoni per stranieri’ (e non, aggiungerei a questo punto) si dice sia il trend del 2019 e degli anni a venire.

Insomma, elopment wedding significa proprio questo: letteralmente una fuga d’Amore senza guardarsi indietro -di fatto una fuga dal gran banchetto con svariate centinaia di invitati- in luoghi particolarmente romantici, con pochi amici, ancor meno parenti e, nel caso degli stranieri spesso soltanto La Coppia di Sposi che sceglie di super coccolarsi in un luogo incantato nel nostro Bel Paese.

Certo, siam fortunati noi Italiani: in quanto a luoghi romantici non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Le Super Star tra le regioni italiane sono sempre l’impareggiabile Toscana che svetta in cima alla classifica dei matrimoni di stranieri, poi Campania con la sua fascinosissima Costiera Amalfitana, Veneto neanche a dirlo con Venezia in prima fila e poi a seguire l’esclusivissimo Lago di Como per la Lombardia poi Puglia e via via le altre …

Un pò più al Centro noi, qui, possiamo offrire moltissimo perché il segreto ed il glamour dell’ elopment wedding è proprio quello di essere molto esclusivo, quasi segreto, fuori dalle rotte consuete, curato in ogni minimo dettaglio e molto molto piccolo ed intimo.

Insomma, sembra proprio che sia arrivato il momento della nostra Tuscia … e comunque tranquilli, io vi aiuterò a realizzare il vostro ‘Piccolo’ sogno ovunque vogliate andare!

Un colpo di telefono e via … si inizia l’Avventura!

IncredibleTuscia: Tenuta Paternostro, Vetralla, Tuscia, Italy

 

Senza inutili giri di parole, il Luxury Country Ranch Tenuta Paternostro è un posto fantastico!

 

Intanto è Unico nel suo genere, così immerso nella natura più autentica della Tuscia che quasi lambisce la Maremma, circondato da uliveti che danno il prezioso oro verde ogni anno, coi suoi numerosi cavalli che ti accolgono liberi di galoppare nei 40 ettari di terre proprietà della Tenuta stessa, dove puoi incontrare anche insediamenti Etruschi come pozzi o tombe.

Un ambiente molto agreste e vero che, una volta entrati nello splendido Relais si trasforma in un luogo straordinario, ristrutturato nello stile unico che l’istrionica Padrona di Casa, Olivia Mariotti, ha voluto quale scrigno che racchiude le sue Storie di mille viaggi raccontate attraverso gli oggetti reperiti in ogni parte del mondo, nessun continente escluso.

Una ristrutturazione molto minimale e neutra del Casale accoglie oggetti Masai, Yakuta giapponesi, tavoli neozelandesi, testiere di letti montate utilizzando preziosi plaid di soffice cachemire ricamato, lane cotte, tappeti sardi, orientali, oggetti di famosi designer, colorate ceramiche , strumenti africani, campane tibetane, specchi barocchi, cucine high-tech, il tutto in un incredibile, fascinoso equilibrio.

La location è assolutamente polivalente: se ne può godere per un soggiorno nel fine settimana dalla vicina Roma, o se si vuol vivere una vera Esperienza Italiana nella magica Terra di Tuscia si può affittare a corpo unico con le sue cinque meravigliose suite, può essere scelto come luogo per festeggiare insieme agli amici sotto il cielo di Tuscia o ancor meglio, per un intimo, incantevole Matrimonio all’Italiana.

Scegliete la formula più adatta alle vostre esigenze, contattatemi e ricordate: sarà un’esperienza indimenticabile!

 

 

Wedding Trends: bianco e verde, un assoluto evergreen ai Castelli Romani

Ho avuto modo di collaborare con la solare Giada dell’hotel verdeborgo per proporre alla clientela del ristorante della struttura, le diverse possibilità di allestimenti e mise en place che potranno rendere unici i loro eventi,  siano essi comunioni, cresime, feste di compleanno e matrimoni.

Iniziamo col dire che la struttura è veramente bella e di gran fascino: questa costruzione appena fuori del centro abitato di Grottaferrata , adagiata sulle colline dei famosi Castelli Romani dove solevano villeggiare i Signori di inizio secolo scorso, ha grandi potenzialità.

1687e98c-c00e-43ea-9d2f-12d70e34345b

Abbiamo iniziato a proporre il classico stile ‘Cavallino in Villa’ utilizzando tovagliati e porcellane bianche, abbinate alle trasparenze dei bicchieri in uso normalmente al ristorante, con l’aggiunta di un etereo sottopiatto in vetro.

La tavola è stata impreziosita da vasi di vetro trasparente e un allestimento floreale costituito di verde, naturale ruscus , bianche fresie profumatissime e meravigliosi ranuncoli candidi il cui cuore virava al verde.

Risultato: semplice, classico ma di grande impatto visivo!

Vi piace? Allora sappiate che insieme a Giada vi aspettiamo per realizzare l’evento che sognate da tempo.