Same sex weddings … inspiration boards

Sono sempre di più i Paesi dove le coppie dello stesso sesso possono contrarre matrimonio, ultima in ordine temporale l’Australia che si aggiunge ad una ormai folta schiera di Nazioni nel mondo.

E in questi giorni anche il mio Floral Designer preferito Jeff Leatham, uomo bellissimo, ha impalmato il suo bell’attore americano a Palm Springs in un scenario da favola … neanche a dirlo!

Si perchè il matrimonio ‘same sex’ stilisticamente parlando, è per noi wedding planner un occasione in più per sprigionare creatività e proporre soluzioni stilistiche non troppo omologate.

Da donne siamo molto più fortunate perchè, se gli uomini non hanno molta scelta in campo wedding dress, le ragazze si possono sbizzarrire un pò come vogliono andando a pescare oltre il seminato.

La scelta, come vedete, può essere la più varia: due ragazze in abito classico da sposa, oppure entrambe con tailleur pantaloni, ma anche l’una con l’abito nuziale bianco d’ordinanza e l’altra in pantaloni … il tutto in un gioco di stile fighissimo!

Perchè, quel che conta davvero non è lo stile ma poter ribadire che l’Amore è uno solo … Love is Love come si legge sugli inviti a nozze, o sui Cake Topper delle belle wedding cake o qua e là negli allestimenti delle locations dove le nozze si celebrano.

Senza tante regole … perchè il bello è proprio questo: qualche volta la regola è … non avere regole e steccati!!!  Quindi … siete pronti a scardinare gli ordini precostituiti dell’etichetta Wedding?

Io ci sono e voi? Chiamatemi allo 0039.339.4721.430 o mandatemi una mail a sandracolamedici@gmail.com : non vedo l’ora di lasciarmi ispirare dalla vostra bella storia d’amore e trovare insieme lo stile più adatto a voi!

 

 

ps ove non specificato qui, foto tratte da Pinterest & Instagram

 

 

 

Finalmente si torna a scrivere ovvero, piccolo resoconto di una stagione entusiasmante!

Bentrovati amici del mio blog delle meraviglie, come state?

Io in piena forma dopo le fatiche della recente wedding-season primavera/estate 2017.

E’ stata una stagione intensa e stupenda, quella appena chiusa, sfavillante di eventi diversi!

Una stagione che si preannunciava ottima ma che, nel suo svolgersi è culminata nella richiesta di realizzazione di uno dei miei sogni più reconditi, ovvero l’organizzazione di un matrimonio in periodo non canonico per la stagionalità classica dei matrimoni che qui da noi si celebrano per la maggior parte dei casi da maggio a settembre … dicevamo quindi che le nozze dei miei desideri sono state celebrate in ottobre con colori e sapori propriamente autunnali.

Ma non vi voglio parlare di questo matrimonio, che mi lascerò come appunto … dulcis in fundo,  perchè in questi giorni siamo sommersi da immagini autunnali e non vi voglio tediare.

Voglio invece fare,  oltre ad un sunto breve degli eventi organizzati che svilupperò nei post a seguire, un brevissimo cenno alle tendenze wedding 2018 che è ormai dietro l’angolo.

IMG_7396

 

Da maggio a ottobre dicevo, è stato un susseguirsi di eventi diversi ed interessantissimi che ho avuto il piacere di curare dalla A alla Z, dalla progettazione della grafica al design della mise en place del ricevimento, eventi diversi come inaugurazioni di show-room in Toscana, o la fantastica realizzazione della famosa ‘White Dinner’ organizzata in tandem con l’associazione Sloow Food locale e con il patrocionio del mio paese natio, Civita Castellana. Un successo clamoroso!!!

Un evento internazionale quest’ultimo, che si svolge in un sempre maggiore numero di piazze di città e paesi sia italiane che estere e che prende le mosse da una famosa rimpatriata a Parigi negli anni ’80 del secolo scorso … ma di questo avrò modo di parlarvi dettagliatamente in un post futuro.

Poi c’è stata un’altra bellissima ‘festa di Piazza’ , una vera piccola chicca: cena open air nella notte del Solstizio d’Estate per dare il benvenuto alla torrida stagione in arrivo!

Un sobrio ed elegantissimo matrimonio in luglio di sposi provenienti da Palermo, Sicilia e una stupenda serata a festeggiare degli Sposi del tempo che fu … 50 anni di matrimonio ossia Nozze d’Oro appunto, hanno chiuso il caldissimo ma stra-soddisfacente mese di luglio, per lasciare il posto all’organizzazione lampo direi, del matrimonio di due giovani Sposi-modello (in ogni senso) prevista per il mese di ottobre scorso.

Un matrimonio … finalmente … in AUTUNNO!!!!! Che tanto autunnale in reltà non è stato visto la magnifica giornata di sole e le temperature estive ma che così era stato pensato e sognato, dopodichè progettato, per tema e colori … un successo veramente strepitoso, a detta di tutti!

Dimentico qualcosa?!? Sicuramente si ma questo lo vedremo via via che scorrerò le centinaia e centinaia di meravigliose foto che ho scattato (sono ahimè arrivata a 11238 sul mio smartphone … sigh!) durante gli eventi della stagione.

Infine, in quanto a news per il 2018, una delle tendenze wedding è quella del matrimonio in stile marino … e che te lo dico a fare?!? …  noi abbiamo già uno shooting fotografico pronto su questo tema realizzato in giugno, insieme ai miei preziosi collaboratori Maurizio ed Elisa Panta di Leilani Flower Art, con oggettistica di Serenella Santori, realizzato dal fotografo Massimiliano Capo nella affascinante location del Relais Falisco di Civita Castellana, a due passi dallo splendido Duomo Cosmatesco e alla Rocca del Forte Sangallo … basta sviluppare e personalizzare il tutto e siamo pronti, ragazzi.

IMG_7345

Non vi rimane che contattarmi, futuri sposi emozionati e impegnati tra mille questioni … una chiacchierata, la messa a punto dello style da dare all’evento e siete liberi di godervi l’attesa del Grande Giorno in relax … al resto penso io!

 

Componete il 0039+339.4721430 o contattatemi con una mail all’indirizzo sandracolamedici@gmail.com … sarà un infinito piacere per me aiutarvi.

Escort Card ovvero un altro modo di trovare posto a tavola!

Oddio … in campo Wedding non appena iniziamo a familiarizzare con uno ‘strumento’ di lavoro veniamo a conoscenza di qualcos’altro di nuovo e la ricerca e la formazione ricomincia!!! E già, come in ogni mestiere, c’è sempre tanto da imparare e questo è molto stimolante e veramente meraviglioso!

Schermata 2017-04-12 alle 09.22.37

In ambito di assegnazione di posti a tavola allora, diciamo che il ‘vecchio’ tableau mariage va sempre alla grande, sempre più personalizzato e cool! Ma ecco profilarsi all’orizzonte una nuova forma di organizzazione nell’ambito di un ricevimento di nozze.

Da qualche tempo infatti gli Sposi scelgono di indicare, sempre in tema di iper personalizzazione dell’evento, tutti i nomi degli invitati ed il relativo numero di tavolo, ordinandoli poi in file geometriche e scegliendo un mezzo originale su cui scrivere: una foglia di camelia, una pietra, una etichetta con una chiave o altro,  che poi gli invitati, una volta individuato il loro nome, porteranno con sè al tavolo designato.

 

Certo, la preparazione è un pò laboriosa, richiede creatività iniziale e tempo nella realizzazione,  e voi direte … chi ne ha?!??

Tranquilli, ci penso io! Chiamatemi, insieme in un batter d’occhio troveremo la soluzione più originale e … performante.  Vi aspetto!

(immagini da Pinterest)

 

Curiosità dalla tradizione anglosassone: here comes The BestMan

Eravamo in vacanza a Positano e, dalla splendida terrazza sul mare del fascinoso Hotel Buca di Bacco dove siamo soliti soggiornare, arrivavano a noi le allegre voci di ragazzi stranieri intervallate da brevi applausi.

Schermata 2017-04-05 alle 08.58.08.png

da Pinterest

 

La mia curiosità mi ha portato sull’orlo del balcone della camera e ho assistito, per la prima volta, ad un discorso, in inglese ‘speech’, appunto del Best Man, che come da tradizione tesseva le lodi del suo Migliore Amico, decantandone le qualità, l’affetto che provava per lui e per la di lui Sposa, ricordando i più bei momenti di vita vissuta insieme, e anche quelli più buffi ed imbarazzanti, a giudicare dalle risate!

Schermata 2017-04-05 alle 09.11.10

da pinterest

 

Nel tempo dei miei studi di approfondimento in campo Destination Wedding e successivamente in occasione del matrimonio di mia nipote che vive a Londra, ho approfondito questo lato ‘maschile’ del matrimonio e ho scoperto l’importantissimo ruolo del Best Man all’interno di un matrimonio ‘british’.

Esso infatti, è la persona più importante il giorno del matrimonio, dopo gli sposi : equiparato alla damigella d’onore per ‘sentimento’ verso lo Sposo, partecipa anche attivamente ad alcune spese delle nozze, con lui sceglie l’abito per la cerimonia, l’auto con cui arrivare in chiesa, lo assiste psicologicamente durante i giorni precedenti il matrimonio (se ce ne fosse bisogno!!!) ne organizza l’addio al celibato e, durante il ricevimento di nozze, ha appunto l’onore di pronunciare e generalmente chiudere  la serie dei bellissimi discorsi che si tengono in vari momenti del banchetto, dopo il Padre della Sposa, lo Sposo le Damigelle e chi vorrà farne.

Devo dire che questa tradizione degli ‘Speeches’, da noi mutuata recentemente, è molto toccante … io l’ho potuta vivere sulla mia pelle di zia: i discorsi pronunciati per le nozze di mia nipote da Suo padre, dal marito, lei stessa e poi da testimoni e damigelle sono state fonte di tanta emozione, ricordi … e infinite lagrime di gioia!

Ultimo, ma non per importanza, è il posto che anche nella prima notte di nozze dovrà ricoprire The Real Best Man: dormirà in una stanza vicina a quella degli Sposi ‘per rimanere a disposizione dello Sposo, nel caso in cui abbia particolari urgenze o necessità’ … dice i Testo Sacro!!!

Schermata 2017-04-05 alle 08.50.45

da pinterest

La vogliamo importare anche qui da noi questa tradizione? Se non in todo magari qualcosina … e se avete qualche curiosità in più, posso esservi d’aiuto!

 

Will you be my Bridesmaid? … damigelle, usi e … costumi

Nell’ambito delle figure che accompagneranno gli sposi nel giorno del matrimonio, particolare importanza ed interesse riveste il ruolo della damigella d’onore della Sposa.

Schermata 2017-04-02 alle 19.06.19

foto: looklikeamodel.it

In quanto al compito da svolgere, che è quello di accompagnare la sposa negli innumerevoli impegni di organizzazione delle nozze a cominciare dalla scelta dell’Abito da Sposa, aiutarla nella complessa opera di vestizione del grande giorno, essa è quasi sempre la Migliore Amica della Sposa o la Sorella, ma si può scegliere di averne più di una fino ad un numero massimo di otto.

Schermata 2017-04-02 alle 18.50.06

Viola e le sue Damigelle, a casa durante i preparativi

Per quanto riguarda l’abito da indossare il giorno della cerimonia, che è senza tema di smentita la parte più interessante del ruolo stesso, si prediligono abiti nei colori pastello e per quanto riguarda lo stile, deve essere in sintonia con quello della Sposa.

La scelta degli abiti è quasi sempre concordata con la Sposa e quindi si può indossare l’abito lungo in cerimonie pomeridiane e se, come accade quasi sempre lo indossa anche la sposa ma, se essa avesse optato per un corto o assolutamente  minimal, le damigelle non si potranno presentare in uno stile sontuoso perchè, vale sempre la pena ricordarlo, la Sposa è l’unica protagonista del Matrimonio e nessuno deve farla sfigurare in alcun modo.

Schermata 2017-04-02 alle 19.11.20

foto: ilfilorossoelisamerzi.it

Schermata 2017-04-02 alle 19.42.57

foto: lepetitcoco

Schermata 2017-04-02 alle 19.40.22

foto: lepetitcoco

Quindi saranno perfette sia le damigelle con abiti in tema colore e sfumature di esso, che quelle con abiti in tinta diversa ma con qualche richiamo al vestito della sposa. Immancabile un piccolo bouquet ciascuno, oppure un coursage fiorito al polso. Libera la scelta delle scarpe.

IMG_9612

Foto Valeria Del Frate per Viola e Gianluca sposi

Nel corteo nuziale esse seguiranno la Sposa al braccio del padre e procederanno in coppia ma, se fossero in numero dispari, si disporranno una davanti e le altre a seguire,  due a due.

Schermata 2017-04-02 alle 19.47.29

foto da: ilblogdelmarchese.com

Tutto chiaro ragazze? Come al solito NO bianco, nero e lungo solo di sera ma, se avete dubbi contattatemi, come sempre a disposizione!

Proposta di matrimonio: istruzioni per l’uso

Durante il Carnevale di Venezia dello scorso anno, ci trovavamo in Piazza San Marco e mentre ammiravamo le sontuose maschere in posa fotografica, vicino a noi c’erano due ragazzi stranieri che si guardavano in modo speciale e io ho captato, con le mie super  antenne ‘wedding’, che qualcosa di veramente romantico stava accadendo. Allora ci siamo girati a guardare e, proprio in quell’attimo, il ragazzo si è inginocchiato davanti alla sua amata, ha tirato fuori dalla tasca un prezioso astuccio da cui ha estratto l’anello di fidanzamento e ha fatto la proposta di matrimonio all’emozionatissima ragazza sotto gli occhi di una folla emozionata che, al suo inevitabile ‘yes  I do’ è scoppiata in un fragoroso applauso!

Schermata 2017-03-26 alle 18.29.16

da Pinterest

Scene così, sempre più spesso avvengono in ogni parte del mondo a riprova che le tradizioni sono proprio dure a morire, specialmente in campo di matrimonio.

Ma, ragazzi, pensate bene il momento in cui formulare la proposta di matrimonio al vostro Amore: accertatevi che sia veramente lei ( o lui)  la compagna che vorrete avere al vostro fianco per il resto della vita, fatelo quando sarete certi che il suo sia certamente un SI (evitando sgradevoli sorprese da ricordare per tutta la vita!) stupitela organizzando una serata speciale, magari in una data o un posto significativo per la coppia stessa, datele qualche piccolo indizio che il momento fatidico sta per arrivare, cosicchè l’emozione crescerà, ma non rivelate alcun dettagio per non rovinarle la sorpresa e i racconti emozionanti che farà, inevitabilmente, a genitori ed amiche sognanti in una quasi diretta mediatica.

Per cui fatelo in una occasione in cui sarete rilassati, magari in vacanza, ben vestiti, in un luogo romantico e formulate la proposta di nozze in maniera semplice, sintetica ma assolutamente indimenticabile,  insomma … fatela sentire Unica!

Se siete pronti allora, che aspettate? Andate a scegliere l’anello dei suoi sogni, se avete dubbi fate qualche sondaggio con la sua migliore amica che vi guiderà senz’altro nel modo giusto, organizzate al meglio il tutto e, se siete a corto di idee, non avete che da chiedere spunto a qualcuno che, come me, non vede l’ora di darvi una mano!

Tre stilisti diversi, un solo sogno … l’Abito da Sposa

Quando si vuole sognare un pò, giocare alle Principesse e sentirsi unica e protagonista, nel nostro campo non si può che parlare di Abiti da Sposa.

E anche se la maggior parte di noi sanno bene che principesse non lo diventeranno mai (e spesso non lo vogliono neanche diventare!) almeno per il giorno delle nozze proveranno un pò a giocare ad esserlo!

Propongo oggi alla vostra attenzione tre stili estremamente diversi, ma come vedrete, tutti assolutamente meravigliosi.

Nel mio cuore ha un posto particolare la classe dello stilista Peter Langner, conosciuto durante il primo corso per Wedding Planner con la grande Sanda Pandza.  Tedesco di nascita ma italiano d’adozione, nel suo Atelier di Milano troverete abiti estremamente eleganti, fatti di linee pulite e tessuti pregiati, che qualche volta, quest’anno, lasciano il bianco per virare verso il nude o il perlescente.

Se invece desiderate qualcosa di più sensuale vi consiglio le creazioni della stilista istraeliana Berta Bridal per il vostro matrimonio. Per la Sposa 2017 ha disegnato una collezione ricca di preziosi ricami, pizzi, brillantini e swarovsky che disegnano la figura e si modellano sul corpo dando un effetto di seconda pelle.

Last but not least … stile italiano e romanticismo: Le Spose di Giò. Le italianissime sorelle De Capitani, negli  Atelier di  Monza, Varese, Bologna e Bergamo da sempre propongono alle spose abiti romantici ma moderni e senza eccessi, adatti ad una sposa che vuole qualcosa di unico ed originale ma senza essere trasformata.

Romantiche, sensuali, eleganti … come vi sentite oggi? Su viaggiamo un pò con la fantasia e per quelle di voi che si stanno accingendo all’acquisto ma sono indecise, contattatemi: due chiacchiere ed un bel giro insieme per Atelier vi chiariranno sicuramente le idee.

 

 

Et voilà ‘Casina degli Specchi’ … a zonzo per la Splendida Tuscia

Nell’intento di trovare posti e location sempre nuovi per i miei sposi qui sul nostro bellissimo ed incontaminato territorio della Tuscia Viterbese, sabato scorso sono andata a visitare un gioiellino di bed&breakfast che da poco è stato aperto al pubblico nel centro di Soriano al Cimino.

Si tratta di un palazzetto del 1700 di elevato valore Storico-culturale che una famiglia comprò negli anni 80 dai nobili  Chigi Albani, di cui si notano i fregi in giro per tutta la casa, restaurandone completamente i fastosi affreschi che decorano saloni e soffitti,  per poi viverci. Ora che le esigenze sono cambiate hanno deciso di aprirla al pubblico come Dimora Storica e perchè no, utilizzarla per eventi o piccoli ma curatissimi matrimoni.

La ‘Casina degli specchi’ è veramente molto bella  e perfettamente tenuta dalla padrona di casa che ne ha curato il decor mentre la graziosissima figlia si occupa della comunicazione.

Nulla è lasciato al caso all’interno del bel palazzetto, nelle  4 deliziose camere e nello splendido Salone degli Specchi.Schermata 2017-03-20 alle 09.12.00

 

Ma anche il delizioso outdoor con i suoi differenti spazi di giardino, dove d’estate si serve la curatissima colazione, terrazza panoramica e piscina potrebbe far la felicità di quegli sposi che decidono di festeggiare in maniera molto intima e preziosa le loro nozze.

Sposine in cerca di piccole ma deliziose location prendete i vostri futuri mariti, fatevi un giro virtuale prima sul sito  e poi, a nome mio, chiamate la graziosa Nicoletta,  intanto per passare qualche notte da sogno alla Casina e poi … chissà che non lo scegliate per festeggiare lì il vostro ‘intimo’ matrimonio?

In quel caso contattatemi, ho già tutto chiaro per allestire per voi un Matrimonio da Sogno!

 

Bouquet per le Spose di primavera

Eccola, è ormai arrivata, se ne sente nell’aria il profumo… ormai tutto ci fa pensare che è primavera: il caldo di mezzogiorno, le tante ore di sole, i fiori che sbocciano a non finire nei prati e nei giardini di casa

E proprio i fiori primaverili da utilizzare per i bouquet da sposa, è l’argomento di oggi che vi accompagnerà durante il week end dove, sicuramente, tante coppie di sposi convoleranno a giuste nozze.

(creazioni Leilani)

Le immancabili rose, gli anemoni, i narcisi, ranuncoli colorati, le odorose fresie, ancora i tulipani, le prime ortensie e splendide peonie, i papaveri di tanti colori, le orchidee intramontabili e i fior di lillà andranno quindi a impreziosire i romantici bouquet per le spose di primavera.

(creazioni Federica Ambrosini)

Ma bando alle parole e lustriamoci gli occhi con una carrellata di splendidi esempi realizzati dai migliori fioristi sul mercato.

(creazioni Silviadeifiori)

A voi la scelta … contattatemi per ulteriori informazioni!

Bomboniere: tendenze 2017

La bomboniera è morta … Viva la bomboniera! Si, la situazione è proprio questa: anche nel 2017 contrariamente a quel che si annuncia ogni anno, la bomboniera da regalare come ricordo del matrimonio ai nostri ospiti durante il ricevimento di nozze è più viva che mai.

 

E la tendenza attuale è quella di scegliere candidi oggetti in finissima porcellana bianca, o in tenui rosa, verde e celeste pastello, più o meno preziosi secondo la provenienza, siano essi di manifatura artigiana o dei più preziosi marchi di oggettistica bridal.

In crescita anche la bomboniera in ceramica sottoforma di profumatori per la casa, sempre più utilizzati nelle nostre abitazioni.

Schermata 2017-03-14 alle 20.40.57

 

Se vogliamo invece regalare qualcosa di inusuale e che avrà una vita propria, possiamo scegliere delle piantine grasse, presentate in vasetti di vetro o colorati oppure in stile shabby a seconda dello stile del matrimonio, che ricorderanno nel tempo la nostra festa di nozze ad amici e parenti.

Tengono ancora bene le bomboniere solidali sottoforma di donazioni in nome e per conto degli sposi ad associazioni no-profit che si prendono cura di persone e comunità povere nel mondo.

In crescita invece le bomboniere ‘da gustare’, molto in voga, così sempre più spesso si torna da matrimoni carichi di buonissime marmellate e confetture bio, mini bottiglie di ottimi olii evo, ampolle piene di prezioso aceto balsalmico tradizionale di Modena, barattolini di miele fragrante, creme di cioccolato nocciolato e ogni altra prelibatezza a secondo del territorio che si vive. Il tutto confezionato in modo molto artigianale ma sempre accompagnato, qui in Italia, dai tradizionali confetti.

Schermata 2017-03-14 alle 20.53.23

Quel che invece è considerato in rapida discesa è l’uso della scatola, in ogni sua forma, piccolina portaconfetti o grande come contenitore di oggetti.

IMG_6814

Se siete dalle mie parti potetevi rivolgervi a Serenella Santori per l’oggettistica e per tutto il resto … chiamatemi, sono pronta per una caccia all’oggetto unico!!!