White Dinner… Buona la seconda!

Era il 07.07.17 quando ho visto prender vita nella mia Cittadina d’origine, Civita Castellana, l’Evento che tanto avevo immaginato e di cui avevo molto sentito parlare, la White Dinner o Diner en Blanche giusto per ricordare la provenienza francese del format.

Già dalla curiosità scatenata da questo insolito Evento, ho capito che il terreno era fertile per seminare tutti i consigli utili al fine di rendere semplice ed accattivante il parteciparvi! Molte le domande che mi hanno investito, tanto l’entusiasmo di scoprire quale atmosfera si sarebbe creata, ed alla fine tutto lo sforzo fatto per attirare i partecipanti e coordinare sponsor ed attività commerciali coinvolte, fu ampiamente ripagato dall’affluenza che fu oltre le aspettative.

Il successo ottenuto non poteva che farmi cogliere al volo l’occasione di ripeterla l’anno successivo, ovvero quest’anno, e quando per la strada venivo fermata da persone che non vedevano l’ora di sapere quando si sarebbe replicato, avevo la conferma che si era seminato bene!

Lo scorso 14 Luglio è andata così in scena la II edizione civitonica della White Dinner, corrispondente alla IV in realtà, dell’Associazione che mi ha affiancata nell’organizzazione, ovvero la Condotta Slow Food di Corchiano e Via Amerina da cui ho tratto supporto avendola già organizzata negli anni precedenti a Corchiano, paese limitrofo.

La Condotta Slow Food si occupa della valorizzazione delle specialità e delle varietà alimentari tipiche del nostro Territorio, quindi quale miglior partner per presentare tavole imbandite all’insegna della condivisione per il gusto di ritrovarsi davanti a del buon cibo?

La White Dinner è questo: convivialità, condivisione, relazioni, spirito ecofriendly e valorizzazione del Territorio, dei luoghi storici.

Con enorme soddisfazione anche questa seconda edizione civitonica si è svolta con garbo ed eleganza, con affluenza ancora superiore allo scorso anno e le persone che vi hanno preso parte si sono organizzate alla perfezione come squadre di laboriose formichine giungendo nella Piazza principale del Paese tutte alle h.19 in punto… è sempre una grande emozione veder pian piano la location scarna e vuota, tingersi di bianco e gremirsi di una folla inaspettata che lavora per allestire la propria tavola come si faceva un tempo, con servizi di porcellana e bicchieri di cristallo, con centrotavola home made o preziosi oggetti personali… ovviamente total White!

All’incirca dopo un’ora di minuziosi preparativi, le tavole pronte spiccavano ed impreziosivano quella Piazza così ricca di storia ma ormai vissuta solo frettolosamente e di passaggio durante le giornate lavorative che scorrono veloci. I partecipanti, così eleganti ed estrosi, rigorosamente in bianco, si accingevano a sedersi per iniziare a gustare la cena in perfetto sincrono al rintocco della campanella. Musica dal vivo e spettacoli danzanti le cui coreografie erano improntante nel trasmettere messaggi sociali importanti ed attuali, hanno intrattenuto ed allietato la serata, favorendo la convivialità e gli scambi fra i presenti, che per una sera hanno abbandonato il cellulare nelle loro borse per godersi la splendida magia che ha avvolto la Piazza.

Per far sì che restasse un piacevole ricordo immortalato in qualche scatto, un set di tutto punto con tanto di White Carpet era stato allestito ai piedi del Municipio, anche per dare la giusta importanza a tutti i nostri preziosissimi Sponsor che hanno voluto e sostenuto questo Evento, comprendendo quanto sia importante e fondamentale ritrovarsi e rivivere i luoghi della nostra infanzia con la stessa affezione di un tempo, e non come sbadati passanti presi dalla routine.

Un’immagine gioiosa e spensierata dei miei concittadini nel nostro meraviglioso Centro Storico, gli uni accanto agli altri, per condividere un momento stupendo… questo è il riassunto di questa seconda edizione della White Dinner a Civita Castellana… e questo è ciò che mi ha ripagata di tutto il lavoro che c’è stato alle spalle per far sì che tutto funzionasse alla perfezione, dalla comunicazione alla veicolazione delle informazioni, dall’accoglienza, all’intrattenimento, dalla fruibilità dell’Evento al momento di salutarsi amorevolmente con un “arrivederci” al prossimo anno… chissà…

 

Se vi siete persi la prima White Dinner civitonica andate a dare un’occhiata qui:

White Dinner … un Sogno in “Bianco” che è diventato realtà!

 

 

 

I Fiori… colori e significati

I fiori, una mia grande passione, mi mettono gioia, allegria, curarli per me è una routine mattutina che fa cominciare la mia giornata con pace interiore ed ottimismo. Mi sveglio, esco nel mio grande giardino e ammiro con stupore fiori che fino al giorno prima non c’erano od erano semplicemente piccoli boccioli, molto spesso bagnati dalla rugiada o che accolgono insetti di ogni tipo che cercano nutrimento da essi… che meraviglia.
Ogni fiore possiede colori diversi e all’interno dello stesso molte volte le tonalità assumono delle variazioni cromatiche infinite uniche per ogni singolo elemento.
“Una cosa che molti non sanno è che i fiori, essendo un prodotto che nasce dalla natura non esistono nei loro colori più puri, come il blu, il giallo, il rosso, l’arancione ecc… ma sono semplicemente l’insieme delle varie tonalità che danno l’idea complessiva del colore desiderato”.
I fiori e i loro colori hanno molti significati e vorrei parlarvi di alcuni di essi che ho utilizzato durante uno dei miei ultimi eventi nuziali.
Per il matrimonio in questione ho scelto, insieme agli sposi, una mise en place semplice, candida… trasparente, arricchita e padroneggiata da centritavola che coloravano e davano carattere in maniera sobria ma decisa all’intera tavola.

All’interno del mio allestimento non potevano mancare i fiori GIALLI, rappresentano la luce, il calore, il sole. Questo colore luminoso e allegro esprime e trasmette ottimismo, interesse, curiosità, intuizione e vitalità. In molte religioni il giallo simboleggia vita, luce, verità e immortalità. I fiori gialli hanno l’effetto del calore del sole sulle persone: scaldano, mettono allegria e danno ispirazione. Le persone estroverse li adorano e sono ottimi quando si vuole fare un dono che trasmetta forza e ottimismo, per questo non potevano non mancare all’appello in un giorno così importante.

Un altro colore presente è stato il ROSSO, un colore dinamico che esplode di passione, erotismo e amore, gioia di vivere, forza, ma che simboleggia anche bellezza, adatto per accompagnare tutti i festeggiamenti. Sono irrinunciabili per chi si ama e vuole trasmetterlo con un fiore, ma danno forza e senso di potenza se regalate a persone sicure di sé all’insegna della gioia di vivere.

Sono passata poi all’ARANCIO e alle sue sfumature, che rappresenta la giovinezza, ma anche il piacere della maturità. Molti lo trovano un colore rasserenante, stimolante e voluttuoso. Nella psicologia del profondo, l’arancione è associato alla comunicatività e al desiderio di unione.
Un bel mazzo di fiori arancioni daranno di sicuro vigore ed energia a chi li riceve, dimostrano premura ed affetto e per questo sono sempre indicati, anche per gli ammalati o come piccola attenzione nella quotidianità aziendale. Insomma Oltre ad essere un bel colore che non poteva mancare in una tavola nuziale di fine Giugno, esso è pieno di significati positivi, che io auguro sempre a tutti i miei sposi.

Infine ho scelto di utilizzare i fiori VERDI, perché in natura il verde è Padrone. Per cui questo colore è associato alla vita e alla crescita ma anche alla speranza e alla fiducia. I fiori verdi sono alquanto rari, ma per fortuna ogni fiore e quindi ogni mazzo ha una considerevole parte di verde. Regalare fiori verdi, o mazzi di fiori adornati da foglie verdi vale a dire donare un angolo di natura che significa vita, speranza e fiducia. Come potevo non rendere questo colore partecipe ad un mio evento dove le promesse, la vita, la speranza e la fiducia sono protagoniste?

It’s Tropical Time!

Tra i vari trend del 2018, spunta il matrimonio in stile Tropical e di sicuro questo è il momento più adatto per parlarvene.
Per chi ama l’estate, il caldo, i paesaggi caraibici e cerca di ricreare un ricevimento a tema dal clima spensierato circondato da colori luminosi e accesi, di sicuro troverà in questo articolo le idee e gli spunti adatti. Non serve necessariamente sposarsi in località di mare o a bordo piscina, l’effetto per un matrimonio così colorato e frizzante lo caratterizzano i dettagli giusti.


Partendo dalle partecipazioni, l’utilizzo di carte ruvide al tatto, con immagini floreali, o con spennellate di acquerelli che raffigurano foglie di palme o banano daranno subito agli invitati una ventata di brezza marina che rievocherà gli odori e i colori esotici e per i più eccentrici le scritte ed i dettagli in color oro, bronzo o rame renderanno le partecipazioni ancor più brillanti.

Per gli allestimenti i fiori esotici non potranno mancare e dovranno presenziare anche nel bouquet della sposa, dall’ibisco, alle orchidee, protee e strelitzia, con le loro forme uniche e stravaganti ed i loro colori vivaci e vibranti che emaneranno positività. Naturalmente la vegetazione lussureggiante a grandi foglie sarà il filo conduttore presente dalla mise en place all’addobbo della Location.

Durante un matrimonio del genere la coroncina di fiori sarà benvenuta e su di essa orchidee e foglie leggere saranno perfette per dare eleganza e radiosità alla sposa e alle damigelle. Per chi invece ama il verde assoluto la proposta del bouquet potrà essere quella di inserire solo grandi foglie di palma, banano, monstera o felce creando un mix di foglie senza fiori dal grande impatto visivo.

Per chi vorrà osare accostando frutti esotici nell’allestimento e nel buffet, ben si presteranno ananas, frutto della passione, mango, papaya, cocco, guava, maracuja, carambola e pitaya, a formare grandi centritavola ricreando piacevoli sculture naturali che oltre a deliziare gli occhi, accarezzeranno con note dolci anche l’olfatto. Oltre alla frutta, anche le foglie saranno presenti sulla tavola in ausilio della mise en place, come le foglie di palma, o banano che avranno la funzione di sottopiatti o tovagliette, altrimenti inserite in vasi alti e affusolati ricreeranno sopra le teste dei commensali una vera e propria cascata lussureggiante, formando dei grandi centritavola aerei che lasceranno tutti a bocca aperta.


Una scelta di stile per chi vuole delle nozze fuori dal comune …ma ricche di dettagli che renderanno il vostro giorno unico e dal sapore tropicale.

L’eleganza delle trasparenze

Sono molti gli stili fra cui scegliere per creare la Mise en place più congeniale ai propri gusti, ed altrettante sono le ispirazioni proposte per l’allestimento della location, ma alcuni elementi hanno una natura poliedrica che li rende perfetti per ogni scelta stilistica.

Spesso, lo stile prescelto influisce decisamente sull’utilizzo di alcuni materiali, colori, texture… ma ci sono degli oggetti che sono dei veri e propri passepartout, capaci di tirare fuori un’anima diversa per ogni allestimento in cui si declinano.

DSC_0022.jpg

Parliamo degli elementi accumunati da una caratteristica ben precisa: la trasparenza! I materiali che rispondono a questa qualità sono il vetro, il plexiglas, il policarbonato, offrono una versatilità unica, possono essere reinventati in mille modi soltanto cambiando le nuance accostate o le decorazioni a corredo.

Possono essere piatti, sottopiatti, bicchieri, centrotavola, sfere decorative, vasi, segnaposto, completamenti d’arredo… ormai il design ci offre un panorama di scelta davvero ampia che ci permette di reinventare un solo oggetto in mille modi, basta pensare che lo stesso può essere perfetto per un allestimento in stile country se accompagnato con nastri di tessuto naturale o grezzo, o diventare un elegante abbellimento grazie all’accostamento con materiali di pregio quali l’argenteria o dettagli preziosi.

Utilizzare materiali trasparenti significa donare un immediato effetto di leggerezza ed eleganza. La luce che esalta le superfici, contribuisce a dare ampio respiro all’allestimento da cui scaturisce eleganza e raffinatezza.

 

Quando la tavola si tinge di bianco

Il bianco è luce, è candore, è eleganza.

Tingere la tavola di bianco significa avere una tela su cui poter dar libero sfogo alla creatività.

Estremamente versatile, adatto ad ogni occasione, il bianco si presta ad essere interpretato in mille modi diversi a seconda dell’Evento, del momento della giornata, della location e dello stile prescelto.

Trattandosi di una tinta neutra, saranno le note di colore ed i dettagli a fare la differenza.

Ad esempio su una tavola bianca il colore delle stoviglie acquista immediato risalto, allo stesso modo l’uso di posate dorate o brunite potrebbe rivelarsi una scelta azzeccata per conferire alla tavola un effetto raffinato ma sobrio.

Per chi ama l’effetto naturale nulla meglio di una fine tovaglia bianca saprà mettere in risalto un centrotavola floreale o eleganti cristalli. Se si vorrà ottenere un effetto più moderno, piante grasse e dettagli dalle forme geometriche squadrate saranno da prediligere; viceversa per stili più tradizionali, petali e foglie saranno la cornice perfetta della vostra tela bianca.

A proposito di tavola in bianco… se vi siete persi il mio articolo sulla White Dinner che ho organizzato lo scorso anno in collaborazione con Slow Food Corchiano&Via Amerina a Civita Castellana, nel cuore della Tuscia, vi consiglio di andare a sbirciare perché gli spunti proposti dai partecipanti sono stati notevoli!

White Dinner … un Sogno in “Bianco” che è diventato realtà!

 

 

 

Social Wedding o Matrimonio tradizionale?

Ormai i Social sono una realtà di fatto, che ci piacciano o che ne prendiamo le distanze, questi strumenti sono diventati armi di massa grazie alla velocità, ai costi molto contenuti se non del tutto azzerati, ed alla grande diffusione che hanno ottenuto. Per queste ragioni, sempre più coppie decidono di utilizzarli in diversi modi anche nel loro Matrimonio!

Al contrario, vi sono molti che almeno nel giorno del loro matrimonio richiedono privacy ed una pausa dall’utilizzo dei cellulari… richiamando il galateo e gli usi tradizionali.

sh

Per spiegare meglio le due tendenze nettamente contrapposte, non si poteva rendere meglio l’idea se non attraverso due coppie che rappresentano i matrimoni più attesi di questo anno: il Principe Harry con l’incantevole Meghan e la chiacchieratissima Ferragni, influencer di professione, con il suo alternativo rapper Fedez!

Uno dei trend più diffusi è l’hashtag personalizzato… semplice, intuitivo, ma soprattutto con un clic consente di consultare in modo del tutto autonomo ed immediato, tutti gli scatti realizzati agli Sposi prima, durante e dopo il matrimonio! Il servizio fotografico professionale non è certo passato di moda, ma per vederne i frutti occorre pazienza affinché il fotografo scelga ed ottimizzi gli scatti! Con l’hashtag invece, la curiosità può essere appagata in pochi secondi! La coppia Ferragni/Fedez ha ovviamente creato il suo: #TheFerragnez

post

Affinché tutti utilizzino lo stesso hashtag e magari che scattino foto di soggetti o momenti che vi interessano maggiormente, è fondamentale divulgarlo nel modo giusto! Si può inserire nell’invito, si possono alloggiare dei cartelloni, delle lavagnette che lo indichino nel luogo della cerimonia, oppure si può divulgare sotto forma di Spy Game, ponendo su ciascun tavolo un foglio che spieghi anche cosa fotografare!

Nessun hashtag e anzi molta riservatezza, per il Royal Wedding, che hanno consentito a 1200 cittadini di assistere alle nozze, ma garantendo ai loro invitati, il massimo riserbo durante la cerimonia.

roy

Veniamo ora all’invito… I Ferragnez hanno lanciato un video direttamente sui Social in cui hanno richiamato l’attenzione di follower ed invitati, ricordando cosa li attenderà: un matrimonio a tema Coachella, ovvero un festival americano attraverso il quale ogni anno vengono lanciate mode e trend, con una gigantesca ruota panoramica che promette di essere addobbata con luci strepitose… ed ovviamente l’anteprima che l’abito della Sposa avrà un tocco molto personale!

Nettamente contrapposto lo stile delle nozze reali… un matrimonio blindato, dove tutto è avvenuto con garbo nel rispetto delle tradizioni e senza cadute di stile… per lei, un abito elegante e di una semplicità disarmante che ha reso la Sposa ancor più bella, la scelta di indossare, come da tradizione, gioielli di famiglia dalle origini antiche e dal fascino indiscusso.

meghan

Insomma… sicuramente ognuno ha il proprio stile e la tecnologia in molti casi è di grande aiuto, ma siamo certi che sia sempre la scelta migliore?

 

 

 

 

 

 

Aria di Novità

Le novità in tema bridal per questo 2018 erano molte, in questo articolo troverete le più interessanti ed originali, non solo in tema di decorazioni, ma anche di spunti e nuove idee per rendere unico il Vostro giorno.

Tra gli stili, ha trionfato il Rustic Chic, ovvero la via di mezzo tra la tendenza eco-friendly e l’eleganza, la raffinatezza degli elementi semplici. L’uso del legno, del ferro, del vetro, come materiali naturali e l’abbinamento con le tinte tenui dei tessuti, si coniuga benissimo con la scelta di matrimoni raffinati ma al tempo stesso autentici e mai troppo sfarzosi, che spesso si riflettono nella location prescelta che ben rappresenta la cura per i dettagli e la ricercatezza, dall’atmosfera conviviale ed accogliente.

In fatto di look, sia per lo sposo che per gli invitati, possiamo salutare lo stile Hipster con le sue barbe e le sue camicie, ed accogliere la nuova proposta Yuccie (Young Urban Creatives), vale a dire ritorno all’eleganza con un tocco intellettuale… la moda eyewere a tal proposito si è sbizzarrita con tante nuove proposte e la ricercatezza dei dettagli eleganti ma rivisitati in modo creativo non può che farci piacere!

In fatto di decorazioni vi abbiamo già svelato qualche novità ed ora vi mostriamo le nuove tendenze… GIGANTI! Via ai Paper Flower (che non a caso abbiamo trattato anche in uno dei Workshop che ho organizzato qualche tempo fa!), ed alle Maxi Scritte che arredano!

Una nuovissima proposta che negli Stati Uniti è già tendenza ma che sarebbe bello “importare” seppure le culture siano differenti… è l’idea del First Look, un reportage fotografico realizzato sul primo sguardo che si scambiano gli Sposi in totale intimità, prima che la cerimonia inizi, quindi prima ancora di fare il loro ingresso davanti agli invitati, per catturare al meglio tutta la loro emozione… quindi astenersi scaramantici!

Sull’intrattenimento si è aperto un mondo che potremo definire Matrimoni 2.0, all’insegna del Social… ma di questo parleremo accuratamente in uno dei prossimi articoli… Stay Tuned!

 

(inspiration by Pinterest)

L’arrivo della Sposa, tra favola e modernità

Tutto ha inizio quando la Sposa fa il suo arrivo, fra l’emozione dello Sposo e dei parenti più intimi e la curiosità degli invitati che non vedono l’ora di scoprire l’abito indossato.
Ecco quindi che per fare il proprio ingresso, alcune Spose scelgono di rendere ancor più memorabile il momento, optando per delle entrate decisamente d’effetto…

Se la scelta della Location è ricaduta sulle rive di un lago o di una località marittima, l’arrivo della sposa in barca può rivelarsi quel tocco magico che farà breccia tra gli ospiti. Che sia a remi oppure a motore, è un modo originale ma al tempo stesso molto romantico.

Quando la cerimonia si svolge in una dimora d’epoca, oppure in un centro storico, la carrozza trainata da una pariglia di cavalli bianchi è sicuramente l’arrivo più scenografico e sognante che una sposa possa desiderare, per sentirsi Cenerentola per un giorno.

Fra tante coppie romantiche e tradizionaliste, se ne incontrano ormai tantissime alla ricerca di elementi decisamente Unconventional, che sono alla ricerca di quel tocco di originalità in più che resti impresso negli ospiti e che soddisfi la loro stravaganza.
A queste richieste ben si prestano mezzi vintage rivisitati per l’occasione, che si tratti di pick up, auto d’epoca o moto. Spesso si prestano a personalizzazioni ed allestimenti realizzati in pendant con l’addobbo scelto dagli sposi.

Un altro modo di fare la propria entrata, forse oggi meno diffuso e legato in particolare alle tradizioni popolari, è l’arrivo della Sposa a piedi, in testa ad un corteo di amici e parenti e preceduta da bambini che spargono petali di rosa.

Ma per la serie…. la fantasia non ha limiti, giungono da oltreconfine notizie di sposi arrivati in metropolitana, su tram storici, in treno e addirittura in skateboard… forse per noi saranno decisamente fuori dalle righe, ma se sognate un’entrata spettacolare, vi saprò aiutare in ogni caso!

 

(inspired by Pinterest)

Wedding in Italy, quando la location fa la differenza

La scelta della Location è il fulcro intorno al quale ruotano tutti i preparativi, in base ad essa vengono definiti lo stile dell’allestimento, i materiali, la palette dei colori ed il tema della cerimonia. La nostra Tuscia ci offre tantissimi luoghi colmi di storia e di fascino, ma anche una grande varietà di paesaggi fra cui scegliere e dai quali lasciarsi ispirare. Se volessimo dirigere il nostro sguardo oltre, non avremmo che l’imbarazzo della scelta, perché il nostro Bel Paese è ricco di location suggestive fra cui spaziare in base anche alla stagione.

Nel corso dei miei numerosi sopralluoghi vi ho parlato di alcune perle della Tuscia, come il Castello di Torre Alfina, immerso nel suo Borgo, risulta una location di sicuro impatto.

Nulla ha da invidiargli il Castello Ruspoli, che nei suoi meravigliosi spazi verdi rispecchia alla perfezione i tipici giardini all’italiana

Restando in tema di location da favola, impossibile non parlare del Castello di Bracciano e delle Antiche Scuderie Odescalchi, due palcoscenici d’eccezione che godono della vicinanza del Lago, in cui ho avuto il piacere di organizzare un meraviglioso matrimonio autunnale.

Altro luogo storico, che vi catapulterà in un’altra epoca, raccolto ed indicato per cerimonie intime, è Casina degli Specchi

Per gli amanti dei borghi antichi, Vitorchiano, Civita di Bagnoregio, Calcata, offrono ognuno con le proprie peculiarità, scorci e contrasti dall’indiscutibile fascino, che catturano per l’autenticità e le tradizioni che gelosamente hanno custodito fra le loro mura dando l’impressione a chi le visita, di aver saputo fermare il tempo.

Luogo decisamente versatile, che si presta anche alla celebrazione dei riti civili, è il Convento di San Francesco, location d’eccezione per chi ama festeggiamenti en plein air, con un occhio di riguardo alla comodità degli ospiti.

Per chi sogna un matrimonio bucolico, nulla può esprimere al meglio tale desiderio, delle colline toscane… un palcoscenico a cielo aperto! La Toscana è nota per le sue ricchezze enogastronomiche ed i suoi scenari naturali, le sue cascine dal fascino autentico e romantico.

Infine, per le coppie amanti del mare sullo sfondo, il nostro Bel Paese offre una varietà di paesaggi ampia, come le coste selvagge del Conero o del Circeo contornato dalle sue belle isole o le paradisiache distese Salentine, o ancora la Versilia, o la famosa e caratteristica costiera Amalfitana.

La scelta è vasta ed elencare tutte le bellezze naturalistiche e storiche che la nostra Italia ci offre è impossibile! Non vi resta quindi che contattarmi per veder trasformato il vostro desiderio in realtà!

 

Real Wedding: matrimonio autunnale per Alberto e Lia

‘I sogni son desideri …’ è l’incipit di una vecchia canzone, sempre attuale aggiungo io!

E, se è sacrosanto il concetto espresso, io devo veramente tanto ad Alberto e Lia per avermi voluto come ‘guida’ del loro matrimonio perchè, senza volerlo, hanno fatto sì che il mio Grande Sogno di UnMatrimonioinAutunno si realizzasse!

IMG_0648Ma andiamo per ordine!

Il Sogno prende le mosse sotto casa di Alberto, l’Arco di Montanari per intenderci tra Civitonici doc, dove Alberto e Lia si sono scambiati il primo bacio e dove lui, munito del caratino d’ordinanza, l’ha portata per farle la fatidica Proposta di Matrimonio!

Lia non vedeva l’ora e, anche se Zia Maria aveva paura di un suo colpo di testa, ha accolto con gioia immensa la proposta dichiarando un emozionatissimo ‘Si lo voglio’ tra le lacrime!

Noi tre ci siamo incontrati in una torrida mattinata post White Dinner, sotto il sole cocente di un luglio 2017 che è tutto un programma per chi ha avuto il piacere di viverlo, ma loro fremevano … avevano fretta di sapere se potevano sposarsi entro l’anno perchè non avevano tempo da dedicare a preparativi inoltrati nel tempo, e mille impegni di lavoro li avrebbero attesi nel 2018!

‘Sandra, ci affidiamo a te, in tutto, noi dobbiamo lavorare e  …andare in vacanza: ce la possiamo fare?’

Ed è qui che anche il mio, di Sogno si realizza! Propongo loro di organizzare un matrimonio non in 5 ma addirittura in 3 mesi 3 e  il 14 di ottobre queste meravigliose creature convolano a giuste nozze nell’amatissimo Duomo di Civita Castellana che li ha visti bambini, ricevere i sacramenti.

 

Tema autunnale abbiamo detto, che gli sposi hanno accolto con molto calore, scegliendo una palette molto calda nei colori Grenadine, Tawny Port e (Nude) Ballet Slipper che poi con nostro grande stupore sarebbero stati inseriti nella New York City Fall 2017 Pantone palette … che dire, Lia e Alberto sono stati ‘avanti’!!!

Insieme abbiamo scelto il logo del matrimonio: una ghirlanda di fiori e frutti di stagione che ci ha accompagnato in tutte le realizzazioni grafiche, dalle partecipazioni agli indicatori di direzione, nel tableau mariage fino ai ringraziamenti finali su whatsapp.

 

Lia per quel giorno indossava un abito da favola di Pronovias, l’Abito da Sposa per eccellenza: sotto una sottana a sirena che con l’aggiunta di una ampia gonna preziosamente ricamata, diventava inequivocabilmente Lui … il prescelto alla prima prova, dove ho partecipato insieme alle sue due emozionatissime mamme … che grande privilegio!

 

Alberto ha scelto un elegante abito Pignatelli collezione 2018 e devo dire che all’arrivo in chiesa era veramente regale, lui … in testa ad un piccolo corteo di amici a  piedi da casa, al braccio della bella ed emozionata Mamma Paola.

 

Lia invece è giunta in Piazza Duomo con una Austin Seven d’annata (85 anni, la pupa 😉 …) guidata dal fiero Zio Mirenio e, al braccio dell’orgoglioso Papà ha affrontato la scalinata indossando il suo miglior sorriso che l’ha accompagnata per tutta la festa.

 

In chiesa li attendeva un allestimento floreale (by Leilani Flower Art) che ho studiato nei minimi dettagli a lungo e con amore, assai particolare per quella chiesa sia nei colori che nell’aggiunta di frutta ai fiori di stagione, dove quercia americana, dalie, melograni,eucalipto argenteo e  rose e garofani di un rosa-aranciato facevano bella mostra prima in dei cesti di rattan  poi in piccoli bouquet adagiati lungo i banchi.

 

Il suo insieme creava un corridoio fiorito fino all’altare da dove si potevamo ammirare grandi composizioni poste sulla scalinata marmorea che, con l’aggiunta di amarantha pendula bordeaux, davano un andamento fluttuate all’ambiente.

 

Al termine della cerimonia religiosa, il ricevimento si è svolto nella bellissima location delle Antiche Scuderie Odescalchi di Bracciano che, per un matrimonio in ottobre, garantiva lo svolgimento in sicurezza anche in caso di pioggia essendo dotata di grandi e scenografici saloni per ogni evenienza.

 

Ma ormai il tempo ci riserva grandi sorprese e, in una giornata assolutamente estiva, se non fosse per il calar della luce subito dopo mangiato, gli sposi hanno fatto il loro ingresso raggianti in un magnifico giardino allestito di tutto punto con buffet di aperitivi ed antipasti in aggiunta ad arredi vintage di International Catering che ha curato con sapienza food, beverage & forniture, appunto.

 

Per il pranzo placè si è optato, con mia grandissima gioia, per due lunghissimi e conviviali tavoli imperiali all’interno del Salone delle Scuderie col Camino, dando vita ad una immagine di grande impatto visivo all’arrivo degli Sposi, felicissimi per il risultato (io molto di più !!!) e successivamente degli invitati.

 

Come decor della tavola, un cordolo di frutta, fiori e ortaggi di stagione si alternava ad alti vasi in vetro fioriti poggiati su candide tovaglie mentre tovaglioli bordeaux ospitavano uno per uno i nomi, in legno (by Azuleya) dei commensali come segnaposto.

 

Dopo il pranzo luculliano, svoltosi ineccepibilmente anche nei tempi (bonus), gli Sposi erano attesi fuori per un rustico taglio Torta Nuziale, confettata e buffet dei dolci.

 

Potevano mancare scherzi, balli e lazzi da parte dei numerosi amici?!? Giammai!!! Così sotto l’occhio attento di Ylenia, ottima padrona di casa, e sulle note mai sopra le righe di Fabio di Matteo DJ si è concluso un matrimonio bellissimo di due ragazzi che ho adorato fin dal primo momento e che porto sempre nel mio cuore con immenso affetto.

 

Ah, dimenticavo, gli scatti sono principalmente di Stefano Morselli Studio Fotografico, alcuni miei e di @immaginindelebili che ringrazio.

ade1f61b-837a-46d6-801a-e40c449335c9