Sempreinviaggio …!

Buongiorno e benritrovati dopo la pausa primaverile!

Col viaggio ci siam lasciati e con le impressioni dei miei inspiration tour riprendiamo, anche perchè potranno essere preziosi a quanti, sposi e non, vogliono aprire le proprie menti (ed anime) al Bello!

Della Sardegna, luogo del cuore e fonte di mille spunti ed emozioni ne parliamo spesso e ne parleremo ancora, ma è del mio viaggio nella sorprendente Russia che vi voglio parlare …

Senza dilungarmi troppo su vicende politiche, lifestyle ed altro (non è sede adatta) volevo aprire un focus proprio sulla Bellezza e le cose che più mi hanno colpito durante questo viaggio.

Innanzi tutto pensavo che questi mondi fossero così tanto lontani da noi, sia geograficamente che culturalmente! Invece in meno di 4 ore d’aereo sei in affollatissime Capitali Europee a tutti gli effetti, sicure, ben tenute, controllatissime, Mosca in particolare.

IMG_4900

 

A Mosca, Piazza Rossa a parte che tutti bene o male conosciamo per qualche inquadratura televisiva, la cosa che ho trovato più sorprendente e veramente bellissima sono le Stazioni della Metropolitana, vere e proprie opere d’arte costruite in epoca sovietica, differenti l’una dall’altra, tenute splendidamente in fatto di pulizia e stato conservativo.  Di fatto un vero e proprio museo sotterraneo. Mosca andrebbe visitata solo per questo e per la loro magnificenza: cristalli di rocca, marmi, bronzi, mosaici iridescenti, vetri policromi in stile decò, dipinti e stucchi fanno equiparare le stazioni ai saloni dei Palazzi degli Zar come potete vedere dalle foto!

Altra cosa notevole sono i famosi ed affascinanti Monasteri Ortodossi dell’Anello d’Oro, per capirci quelli con le guglie a cipolla, le splendide pareti di icone dorate (iconocrazia) a far da sfondo all’altare e le volte affrescate completamente, tenute anch’esse in modo egregio perchè qui si usa restaurarle completamente ogni  5 anni, a danno del fascino lasciato dal tempo, diremo noi!

Ma quello che più mi ha colpito e che vi consiglio visitare assolutamente se siete amanti del Bello e volete trascorrere una romantica Luna di Miele, miei cari sposi, è senz’altro la città di San Pietroburgo.

Progettata nei primi anni del 1700 da architetti europei, in particolare italiani come Trezzini e Rastrelli, chiamati da Pietro il Grande per aprire la sua finestra sull’Europa, la città è di uno splendore architettonico da rimanere a bocca aperta: larghi viali ornati da eleganti palazzi nobiliari, Monasteri ortodossi, grandiosi teatri, sfarzose Accademie e magnifici giardini … il tutto poggiato soavemente sulla Neva,  maestoso fiume che entra nella città creando un gioco di canali ed isolotti alla stregua di una Venezia Nordica.

Ma il suo massimo a mio avviso lo si raggiunge con le residenze degli Zar: il Palazzo di Caterina o d’Estate fuori città, e lo splendore mai visto del Palazzo d’Inverno ora sede del museo dell’Ermitage, sfarzoso sia in fatto di saloni che per opere d’arte esposte, attualmente primo Museo del Mondo, dopo le recenti acquisizioni d’arte moderna e contemporanea da parte del Presidente Putin … per la vista delle quali mi riservo una seconda capatina in città, a breve … spero!

Non mi voglio dilungare … parlano le foto … ma i pavimenti intarsiati, la sala d’Ambra di Caterina, la sala degli orologi e … Leonardo da Vinci, Canova, Tiziano, Velasquez, Rubens, Rembrandt, Cezanne, Picasso, Degas, Matisse …  si, davvero, tutto è magnificenza, gioia per gli occhi e per l’anima.

Ho fatto tesoro di tutto, tanta bellezza tutta insieme fa un gran bene e … ne beneficieranno i miei futuri sposi! E anche voi che andrete ad iniziare una nuova vita, secondo me, da qui potreste partire veramente col piede giusto, in armonia …

Un viaggio di nozze un pò fuori dagli schemi, giustamente lussuoso (la Russia è abbastanza cara) come si addice a questo tipo di viaggi, ma che ripagherà ampiamente in emozioni per tutti i giorni a seguire.

Per altre, tante info che potrei darvi, son qua … son tornata, a disposizione: 3394721430 … hello …ah, dimenticavo un ultimo consiglio: andateci in estate, caldo, giardini fioriti e Notti Bianche completeranno lo Splendore!

 

Buone vacanze!!!

Il tema è d’obbligo, oggi.  Settimana di Pasqua, vacanze da scuola, ‘ponte’ di qualche giorno dal lavoro, ergo … ferie, vacanze, suvvia si và!

Il classico qui in Italia è la gita fuori porta quindi non troppo lontano da casa e, anche per gli Sposi in procinto di nozze ed impegnative  relative organizzazioni, è bene rilassarsi un pò senza andare troppo lontano, anche perchè la nostra bella Tuscia Viterbese ci riserva tante piacevoli sorprese.

Dalla mia postazione privilegiata del Centro Italia poi, tutto è raggiungibile abbastanza facilmente, sud nord ed Isole comprese.

Per cui, se la promessa Sposa è un pò stressata, suggerisco al futuro maritino di portarla a rilassarsi in un bel Relais nella vicina Verde Umbria o in Toscana, sempre super fascinosa.

La Costiera Amalfitana è sempre nei miei pensieri e non credo si possa rinunciare ad un ultimo week end da fidanzati a Positano o Ravello … pensateci!

Sempre per rimanere in Campania una rilassante capatina a Ischia e alle sue Terme sarà un toccasana per le coppie che da qui a breve si tufferanno nei gravosi preparativi al matrimonio.

Schermata 2017-04-14 alle 10.21.42

Oppure che ne dite di qualcosa di alternativo, tipo Italia Minore a corto raggio? Io ho dei ricordi meravigliosi di un week end passato tra Chieti, dove non può mancare una visita al misterioso Guerriero di Capestrano, e Ascoli Piceno nella cui bellissima Piazza del Popolo si svolge, a fine aprile, la deliziosa sagra ‘Fritto Misto All’Italiana’.

Dai, qualche spunto di riflessione l’ho lanciato e per prenotazioni ed approfondimenti non avete che da chiamare Rosy e Claudia di Tuscialand, ne sanno una più del Diavolo!

Quanto a me, stasera mi involo verso la mia seconda patria, la Profumata Terra di Sardegna, come la ricorda sempre mio suocero: bisogna andare a controllare come ha passato l’inverno la nostra casetta di Onifai … o no?!? E noi ci sacrifichiamo volentieri alla causa!

IMG_2979

A tutti voi auguro Buona Pasqua, buone vacanze e buon riposo, tornerò coi miei consigli dopo le feste.

Felicitàààààààààààà

 

 

 

 

Will you be my Bridesmaid? … damigelle, usi e … costumi

Nell’ambito delle figure che accompagneranno gli sposi nel giorno del matrimonio, particolare importanza ed interesse riveste il ruolo della damigella d’onore della Sposa.

Schermata 2017-04-02 alle 19.06.19

foto: looklikeamodel.it

In quanto al compito da svolgere, che è quello di accompagnare la sposa negli innumerevoli impegni di organizzazione delle nozze a cominciare dalla scelta dell’Abito da Sposa, aiutarla nella complessa opera di vestizione del grande giorno, essa è quasi sempre la Migliore Amica della Sposa o la Sorella, ma si può scegliere di averne più di una fino ad un numero massimo di otto.

Schermata 2017-04-02 alle 18.50.06

Viola e le sue Damigelle, a casa durante i preparativi

Per quanto riguarda l’abito da indossare il giorno della cerimonia, che è senza tema di smentita la parte più interessante del ruolo stesso, si prediligono abiti nei colori pastello e per quanto riguarda lo stile, deve essere in sintonia con quello della Sposa.

La scelta degli abiti è quasi sempre concordata con la Sposa e quindi si può indossare l’abito lungo in cerimonie pomeridiane e se, come accade quasi sempre lo indossa anche la sposa ma, se essa avesse optato per un corto o assolutamente  minimal, le damigelle non si potranno presentare in uno stile sontuoso perchè, vale sempre la pena ricordarlo, la Sposa è l’unica protagonista del Matrimonio e nessuno deve farla sfigurare in alcun modo.

Schermata 2017-04-02 alle 19.11.20

foto: ilfilorossoelisamerzi.it

Schermata 2017-04-02 alle 19.42.57

foto: lepetitcoco

Schermata 2017-04-02 alle 19.40.22

foto: lepetitcoco

Quindi saranno perfette sia le damigelle con abiti in tema colore e sfumature di esso, che quelle con abiti in tinta diversa ma con qualche richiamo al vestito della sposa. Immancabile un piccolo bouquet ciascuno, oppure un coursage fiorito al polso. Libera la scelta delle scarpe.

IMG_9612

Foto Valeria Del Frate per Viola e Gianluca sposi

Nel corteo nuziale esse seguiranno la Sposa al braccio del padre e procederanno in coppia ma, se fossero in numero dispari, si disporranno una davanti e le altre a seguire,  due a due.

Schermata 2017-04-02 alle 19.47.29

foto da: ilblogdelmarchese.com

Tutto chiaro ragazze? Come al solito NO bianco, nero e lungo solo di sera ma, se avete dubbi contattatemi, come sempre a disposizione!

Proposta di matrimonio: istruzioni per l’uso

Durante il Carnevale di Venezia dello scorso anno, ci trovavamo in Piazza San Marco e mentre ammiravamo le sontuose maschere in posa fotografica, vicino a noi c’erano due ragazzi stranieri che si guardavano in modo speciale e io ho captato, con le mie super  antenne ‘wedding’, che qualcosa di veramente romantico stava accadendo. Allora ci siamo girati a guardare e, proprio in quell’attimo, il ragazzo si è inginocchiato davanti alla sua amata, ha tirato fuori dalla tasca un prezioso astuccio da cui ha estratto l’anello di fidanzamento e ha fatto la proposta di matrimonio all’emozionatissima ragazza sotto gli occhi di una folla emozionata che, al suo inevitabile ‘yes  I do’ è scoppiata in un fragoroso applauso!

Schermata 2017-03-26 alle 18.29.16

da Pinterest

Scene così, sempre più spesso avvengono in ogni parte del mondo a riprova che le tradizioni sono proprio dure a morire, specialmente in campo di matrimonio.

Ma, ragazzi, pensate bene il momento in cui formulare la proposta di matrimonio al vostro Amore: accertatevi che sia veramente lei ( o lui)  la compagna che vorrete avere al vostro fianco per il resto della vita, fatelo quando sarete certi che il suo sia certamente un SI (evitando sgradevoli sorprese da ricordare per tutta la vita!) stupitela organizzando una serata speciale, magari in una data o un posto significativo per la coppia stessa, datele qualche piccolo indizio che il momento fatidico sta per arrivare, cosicchè l’emozione crescerà, ma non rivelate alcun dettagio per non rovinarle la sorpresa e i racconti emozionanti che farà, inevitabilmente, a genitori ed amiche sognanti in una quasi diretta mediatica.

Per cui fatelo in una occasione in cui sarete rilassati, magari in vacanza, ben vestiti, in un luogo romantico e formulate la proposta di nozze in maniera semplice, sintetica ma assolutamente indimenticabile,  insomma … fatela sentire Unica!

Se siete pronti allora, che aspettate? Andate a scegliere l’anello dei suoi sogni, se avete dubbi fate qualche sondaggio con la sua migliore amica che vi guiderà senz’altro nel modo giusto, organizzate al meglio il tutto e, se siete a corto di idee, non avete che da chiedere spunto a qualcuno che, come me, non vede l’ora di darvi una mano!

Bouquet per le Spose di primavera

Eccola, è ormai arrivata, se ne sente nell’aria il profumo… ormai tutto ci fa pensare che è primavera: il caldo di mezzogiorno, le tante ore di sole, i fiori che sbocciano a non finire nei prati e nei giardini di casa

E proprio i fiori primaverili da utilizzare per i bouquet da sposa, è l’argomento di oggi che vi accompagnerà durante il week end dove, sicuramente, tante coppie di sposi convoleranno a giuste nozze.

(creazioni Leilani)

Le immancabili rose, gli anemoni, i narcisi, ranuncoli colorati, le odorose fresie, ancora i tulipani, le prime ortensie e splendide peonie, i papaveri di tanti colori, le orchidee intramontabili e i fior di lillà andranno quindi a impreziosire i romantici bouquet per le spose di primavera.

(creazioni Federica Ambrosini)

Ma bando alle parole e lustriamoci gli occhi con una carrellata di splendidi esempi realizzati dai migliori fioristi sul mercato.

(creazioni Silviadeifiori)

A voi la scelta … contattatemi per ulteriori informazioni!

Matrimoni e non solo: viaggi di ispirazione … Torino, Piemonte

Salve, eccomi ancora a voi dopo una breve pausa di aggiornamento ed ispirazione!

Si perchè, oltre ai matrimoni, mi piace organizzare e disquisire delle mie passioni, e una di queste sono i viaggi, fonte di conoscenza, ispirazione e curiosità inesauribile per chi, come amo ripetere, viaggia con occhi e, soprattutto, mente aperta.

Meta di questo viaggio è stata Torino, con tappa gourmet ad Alba, piccola sosta a Modena all’andata e al ritorno pranzetto veloce in Oltrepò Pavese.

Che dire … Torino è una città fantastica, molto elegante e bella veramente, che negli ultimi anni ha cambiato pelle: da città industriale a luogo di turismo pregno di arte, cultura e enogastronomia di qualità.

Le maestose piazze barocche e i grandi viali orlati di meravigliosi portici, splendenti di belle vetrine di negozi per shopping di qualità come di meravigliosi Locali Storici tra cui il Caffè Torino, la Confetteria F.lli Stratta, i cioccolatieri Gobino o il Caffè Mulassano, dove nel secolo scorso inventarono i tramezzini.

 

Vogliamo poi parlare dei monumenti? La Mole Antonelliana simbolo della città, il favoloso Museo Egizio, già visitato in precedenza come il sontuoso Palazzo Reale … tutto lì al centro,  in sequenza con Piazza Carlo Alberto, piazza Castello e ancora la vivacissima piazza della Repubblica dove nei paraggi giornalmente si tiene il famoso mercato multietnico di Porta Palazzo.

E via, ancora Palazzo Madama, parte delle residenze Sabaude e Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco, oggi sede del Museo civico di Arte Antica,  la luminosa Piazza di Città, sede del Municipio, molto suggestiva di sera, vista di ritorno da una cena in un locale tipico nella zona del Quadrilatero Romano-Balon … un posto popolare, dove si consuma la movida torinese, tra vicoli e locali trend sempre ben tenuti: una gioia per gli occhi ed il palato!

Ma non è da meno neanche la città in generale, pulita ed ordinata. Nella giornata di lunedì, dove ahimè, i musei erano tutti chiusi e non abbiam potuto vedere la fastosa Venaria Reale, questa addirittura chiusa fino al prossimo 17 marzo, e la Casina di Caccia di Stupinigi (trovata poi chiusa il martedi per un set cinematografico in corso … sob!) dicevo, abbiam preso l’auto e gironzolato prima in alto, al belvedere dei Cappuccini da cui si gode una straordinaria vista panoramica della città e ai cui piedi scorre il Pò, sulle cui rive sorge il bellissimo Parco del Valentino, oasi di pace per mamme e bimbi a passeggio, torinesi in corsa e giovani aspiranti canottieri. Purtroppo solo successivamente, abbiamo visto di sfuggita il Castello del Valentino, meraviglioso edificio ottocentesco (molto ‘francese’ come d’altronde tutta la città) oggi di proprietà del prestigioso ateneo Politecnico e sede del corso di Design della facoltà di architettura: una meraviglia da dover tornare a visitare a breve.

Come bella è la nuova stazione ferroviaria di Porta Susa, avveniristica costruzione che si allunga con un viale di pali bianchi d’acciaio e si lega a edifici post industriali nei paraggi, fino ad arrivare al Politecnico e più in là a quello che fu il cuore pulsante della città, la Fiat nel quartiere Lingotto.

Insomma ce n’è per tutti i gusti anche per chi ama come me l’arte contemporanea pur non essendone grande conoscitrice. Al Castello di Rivoli, in un’antica struttura che guarda le Alpi da vicino, si possono rimirare le provocatorie opere di Maurizio Cattelan, Pistoletto, Ai Weiwei e tanti altri, oltre che fare una sosta gastronomica al famoso ristorante Combal.0 ed organizzare, qui si può, aperitivi per ricevimenti di nozze in un sito veramente spettacolare.

Arriviamo quindi alla parte che ci interessa di più, nozze e quant’altro … Visti dei bellissimi abiti da Sposa all’interno dell’affascinante Galleria San Federico nella boutique ‘Atelier Emè’ ; soggiornato nell’ottimo e centralissimo hotel Principi di Piemonte anch’esso molto utilizzato per ricevimenti di matrimonio, e gustato le prelibatezze sia creative di Enrico Crippa, appena insignito del prestigioso premio come miglior chef del mondo da parte dell’Academie Internationale de la Gastronomie a Parigi, nel suo Piazza Duomo di Alba, che gli ottimi piatti della cucina regionale ai ristoranti 3Galline e Porto di Savona quest’ultimo nella bella Piazza Vittorio Veneto che, oltre Pò,  guarda alla Gran Madre.

Per i vini … che te lo dico a fare: Barbera, Barbaresco e Barolo l’han fatta da padroni ma la vicinanza con la blasonata d’oltralpe non ci ha impedito di assaggiare anche qualche buona etichetta francese!

Della serie … non ci siamo fatti mancare nulla anche se, causa chiusure varie, abbiamo un buon motivo per tornare.

E a voi che leggete, se è venuta voglia di andare sia a sposarvi in loco che in viaggio di nozze in questi posti, non avete che da comporre il mio numero telefonico … 3394721430 oppure  contattarmi su questo blog: sono a disposizione per tutte le info di cui avrete bisogno!

Dolci finali: la wedding cake

C’è un momento tanto atteso fin dall’inizio del ricevimento di Nozze, che da un tocco di magia a tutta la festa di matrimonio e questo è il fatidico taglio della torta nuziale, a fine serata.

Da un pò di tempo a questa parte, anche qui in Italia, la wedding cake all’americana (per intenderci quella decorata e a più piani) ha iniziato ad essere una consuetudine dando un pizzico di stupore scenografico al finale del banchetto di nozze.

E anche in tv è stato tutto un fiorire di programmi ad hoc, e per le strade si incontrano sempre più spesso laboratori che fanno invidia al Magnolia Bakery tanto caro a Carrie Bradshaw di Sex and The City, insomma quel che si dice una dolce trasformazione della società!

Niente paura, tiene sempre la bella e buona torta ad un piano, magari decorata con la frutta o tanti fiori freschi per aggiungere bellezza alla bontà, ma la torta a più piani, decorata come più piace agli sposi, in termini di colori e stile dirà la sua anche a distanza di tempo, quando sfoglierete le belle pagine dell’album fotografico di matrimonio.

Pronti per la dolce scelta, golosi e non?!?  Chiamatemi e vi indirizzerò senz’altro verso i migliori professionisti del settore.

schermata-2017-02-26-alle-17-26-55

Silviadeifiori Masterclass

 

E’ il tempo dello Sposo: stili e tendenze 2017

Come promesso eccomi a voi, maschietti in procinto di impalmare il vostro Amore: che sia una Lei o un Lui poco importa … l’abito o outfit che dir si voglia, dovrà essere comunque impeccabile e come al solito in linea con lo stile del matrimonio.

Siccome guardo sempre avanti, mi piace iniziare con le nuove tendenze, quelle più insolite, che fanno un pò matrimonio informale, che sta prendendo piede anche da noi.

E allora, in un crescendo di colori partiamo dal bianco candido (ma assolutamente identito alla sposa) per matrimoni molto estivi se non addirittura sulla spiaggia, al beige chiaro impreziosito da un gilet e magari con bretelle a vista, ed arriviamo all’ecrù deciso per un matrimonio coniugato in stile Shabby o bucolicamente Boho-Chic.

Spostandoci un pò più là con la scala cromatica, troviamo il sempre elegantissimo grigio chiaro, sobrio e tradizionale, per poi arrivare all’azzurro serenity, uno dei colori must dello scorso anno ancora attualissimo, che ricorda tanto i matrimoni all’americana.

schermata-2017-02-23-alle-15-21-59

credits thefashionwedding

In finale arriviamo al mio preferito attualmente, ossia l’abito Carta da Zucchero,  il blu che rimane a mio parere il colore più elegante per gli uomini, in questa versione insolita e con l’aggiunta di un gilet chiaro, se la batterà alla grande addirittura con la Sposa!

Tralasciando le tendenze che richiedono coraggio e soprattutto l’approvazione di tutte le donne del parentado, sposa in primis, analizziamo i grandi classici della tradizione per le Nozze. Li conoscete tutti??? Vediamo …

schermata-2017-02-23-alle-15-24-45

da Pinterest

Partiamo col Tight, ovvero l’abito spezzato per matrimoni di giorno, molto elegante, con giacca grigio scuro o nera, corta davanti più linga dietro, con le code. Camicia bianca, pantalone a righine, gilet chiaro o fantasia per i più giovani, no cintura, completato da scarpe Oxford nere, lisce.

schermata-2017-02-23-alle-15-35-09

Credits Ottavio Nuccio

Passiamo allo SmokingGran Sera … Giacca monopetto con revers lucidi, pantalone nero, camicia rigorosamente bianca, fusciacca (o cummerbund) in vita e farfallino neri.

schermata-2017-02-23-alle-15-27-54

credits Andrea Versali

E per finire il Frac, da indossare anche quando sareti invitati con dress-code ‘cravatta bianca’. Giacca nera doppiopetto con codine dietro, pantalone e papillon bianchi, scarpe nere in vernice.

Tutto chiaro ragazzi? Se avete dubbi o bisogno d’aiuto e chiarimenti in merito sono qui … contattatemi.

 

 

Il trucco della Sposa … le tendenze

Mi rendo conto che, quando si parla di matrimonio molti degli argomenti su cui disquisire sono destinati alle donne, alle Spose, appunto. Ma tranquilli, agli sposi dedicheremo un articolo ad hoc, più avanti, per dovere di cavalleria!

Quel giorno, insieme ad una naturale, bellissima luce che illuminerà il volto di ognuna di voi data dalla felicità che porta con se l’evento, tanto potrà la mano che interverrà su di esso quindi consiglio di affidarsi ad una esperta truccatrice,  di fiducia.

schermata-2017-02-15-alle-19-26-58

foto matrimonio.com

La tendenza di questi ultimi anni è, come per lo stile dell’acconciatura dei capelli, che il tutto risulti il più naturale possibile e che ci si senta a proprio agio, sposando il motto per cui ‘più ogni donna si sente a proprio agio con ciò che indossa, più trasmette quella sicurezza di sè che la fa sentire bella’.

schermata-2017-02-15-alle-19-14-55

foto cafeweb.it

Per cui, via libera a fondotinta che non si discostano troppo dall’incarnato della sposa stessa, supportati da buonissime basi che permetteranno al make up di durare il più a lungo possibile, ossia dalle 8 alle 12 ore.

Ma la tendenza del 2017 parla anche di 3 tendenze: il soft smokey eyes, il rosato (ancora il rosa!!!) e appunto, il ‘finto naturale’, come suggerisce la visagista del noto make up artist Diego Dalla Palma.

Il tutto però, filtrato dal proprio stile personale che non va assolutamente represso, e quindi, perchè rinunciare al rossetto rosso se questo è il proprio biglietto da visita nella vita?

schermata-2017-02-15-alle-19-32-40

foto stylosophy

Certo suggerirei un trucco più soft per le spose primaverili che scelgono cerimonie di mattina e si potrà osare qualcosa di più evidente per le spose che optano per eventi serali ma l’importante è che il tutto risulti, al solito, molto elegante e sobrio soprattutto in armonia con l’abito indossato.

schermata-2017-02-15-alle-19-33-04

foto Stylosophy

Se poi la sposa ha origini e tradizioni straniere, tipo indiane, africane o altre etnie, il trucco rappresenta qualcosa di veramente importante e simbolico per cui dovremmo aprire un capitolo a parte e vi rimando ad un prossimo, futuro articolo sempre su queste pagine.

Incuriosite, sposine alle prese coi preparativi delle prossime nozze?

Contattatemi, ne parliamo insieme!

 

 

 

Table setting… My favorite <3

Progettare l’allestimento del tavolo per un ricevimento, e nella fattispecie quello del matrimonio, è una delle cose che più mi piace, del mio lavoro!

Andare a ricercare colori, tendenze, accostamenti, nastri e oggettistica per allestire la tavola del ricevimento di matrimonio è il fulcro centrale, secondo me, intorno al quale gira ogni evento che si rispetti.

Insieme, fiori e  mise en place sono il Re e la Regina della Festa!

Come anticipato al corso di aggiornamento tenuto dalla mia bravissima Maestra d’Arte, Silviadeifiori  in settembre, uno dei must di questa stagione è l’uso del floreale nella stoviglieria e l’utilizzo di posate in color rame matt, il tutto per dare alla tavola un tono molto caldo, quasi già vissuto, ossidato elegantemente dal tempo …

Il rame matt, quasi oro rosato, si sposa assai bene coi toni del verde, colore dell’anno 2017, per la componente metallica e minerale ma sembra non abbandonare mai il rosa  che secondo me rimane il colore principe delle Spose di questi anni, e a chi ha il coraggio di osare un pò darà grandi soddisfazioni!

Quindi oro rosa, rame matt, colori ossidati mescolati ai caldi rosa, vaniglia e ai mille  verdi saranno i protagonisti dei vostri prossimi matrimoni.

Bellissimi spunti e molto elegante l’abbinamento, non trovate?

Allora, se state pensando alle vostre prossime nozze, non avete che da contattarmi, per progettare insieme la tavola più bella che si sia mai vista.

Componete il n. cell.3394721430 o scrivetemi una email all’indirizzo sandracolamedici@gmail.com,  Vi aspetto ❤